Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

giovedì 31 dicembre 2015

BUON 2016 A TUTTI I NOSTRI AFFEZIONATISSIMI AMICI


mercoledì 30 dicembre 2015

AUDITORIUM TATA'. EGIDIO MAGGIO CI PRESENTA IL SUO PRIMO CD

Si e' svolta Martedì 29 dicembre  presso l'Auditorium Tatà di Taranto, la presentazione ufficiale del primo lavoro in studio da solista di Egidio Maggio, noto chitarrista tarantino, conosciuto per le sue tante collaborazioni in ambito nazionale ed internazionale, tra cui spiccano i nomi di Checco Zalone, Zelig, Mia Martini, Mariella Nava, Paolo Vallesi e L'Orchestra della Magna Grecia con Tony Hadley.

"Me", questo il titolo del nuovo album di Egidio Maggio, edito dall'etichetta Officina Musicale, descrive a 360° lo stile dell'artista, spaziando tra diversi generi come il Rock, il Funky, il Blues ed il Jazz. "Me" inoltre può essere letto sia inversione italiana che in inglese nella descrizione singolare del termine, ma anche come l'acronimo dell'artista raccogliendo le iniziali del proprio nome.

La serata ha visto Egidio Maggio esibirsi in versione "live", supportato da Felix Di Turi alla batteria, Beppe Sequestro al basso, Mirko Maria Matera alle tastiere, Francesco Lomangino al sax ed infine Giuseppe Mariani come tecnico del suono.
UN SERVIZIO DI Maurizio Mazzarella.
UN RINGRAZIAMENTO PARTICOLARE AD Angelo Mariella.

lunedì 28 dicembre 2015

ENZO RISOLVO E LA SUA CITTA' VECCHIA

Pino Pittaccio intervista Enzo Risolvo. Uno degli amanti del Borgo Antico di Taranto

"DEPRESSI MA FELICI" ANCORA PROVE PER I NOSTRI AMICI

Le prove vanno avanti... ce la faranno i nostri amici a rispettare il loro impegno di portare in scena uno spettacolo diverso ogni mese?
 Ci stanno lavorando come è loro solito: con impegno e serietà.
 Ma veniamo al dunque...
"Depressi ma felici" è il titolo di questa nuova commedia tutta da ridere in due atti scritta da Mimmo Fornaro.

Scritta con l'intento di divertire il sempre più numeroso pubblico che segue la Compagnia con affetto.

Potete quindi prenotare già da subito il vostro posto in platea presso il Teatro Padre Turoldo, oppure con un messaggio cliccando QUI Le date previste sono: Giovedì 14 Gennaio e in replica Giovedì 21 Gennaio presso: Teatro Turoldo (Via Laclos angolo via Leonida) Ore 20.30 apertura porte Ore 21.00 sipario Prezzo biglietto 5€ VI ASPETTIAMO!!!

Le prove vanno avanti... ce la faranno i nostri amici a rispettare il loro impegno di portare in scena uno spettacolo...
Posted by Taras Produzioni on Lunedì 28 dicembre 2015

domenica 27 dicembre 2015

ROBERTA VINCI. BENEMERENZA ED ENCOMIO SOLENNE NELLA SUA TARANTO

A Palazzo di citta' la Tennista Tarantina Roberta Vinci è stata premiata per i suoi meriti sportivi, con una bellissima cerimonia, dal Sindaco di Taranto Ipazzio Stefano.
Da Taranto, un'altra eccellenza sportiva che - man mano - si sta facendo conoscere in tutto il Mondo.
Pino Pittaccio ha intervistato la Campionessa, il Sindaco Ippazio Stefàno, il Vicepresidente del Consiglio Comunale Adriano Tribbia e gli Assessori Francesco Cosa e Gionatan Scasciamacchia.
FOTO: Antonio Attolino

COMPAGNIA TEATRALE LE TAMMORRE. SOLD OUT AL TUROLDO PER "A FATTE A SCUPERTE DE AMERECHE"


È uno spettacolo che guiderà il pubblico attraverso il viaggio di Cristofer Palumbo, pescatore tarantino con il desiderio di vivere le vicende avventurose di un personaggio storico. Per ciò si avvale di una maga che, con delle formule strane e incomprensibili, esaudirà il suo sogno. Durante il suo cammino incontrerà vari personaggi, alcuni veramente vissuti e altri di pura fantasia, che lo aiuteranno a portare a termine il viaggio.

ROBERTA VINCI, BENEMERENZA ED ENCOMIO SOLENNE. LE FOTO

CLICCA SULLA FOTO ED ACCEDI

sabato 26 dicembre 2015

ROBERTA VINCI SALUTA GLI AMICI DI TARAStv E CI DA UN CONSIGLIO MOLTO PARTICOLARE

La bella Campionessa Tarantina di Tennis da un consiglio simpaticissimo.....

venerdì 25 dicembre 2015

"NATALE 2015" L'ASSOCIAZIONE BETESDA PER I SENZATETTO ALLA STAZIONE DI TARANTO

Volontari dell' Associazione BETESDA hanno distribuito cibo e vestiario ai bisognosi alla Stazione Ferroviaria di Taranto.
Alessandra Lorusso ha intervistato per noi il Sindaco Ippazio Stefano, l' Assessore Gionatan Scasciamacchia, il calciatore Nicola Le Grottaglie e il Presidente dell' Associazione Angelo Guarino.

giovedì 24 dicembre 2015

"NATALE 2015" TANTI AUGURI DA TARAStv


"NATALE 2015" GLI AUGURI DELLA COMPAGNIA TEATRALE LE TAMMORRE


mercoledì 23 dicembre 2015

"NATALE A TARANTO" LA FAMIGLIA MIRABELLA


"A MMANE A MMANE" A NATE, INTERPRETATA DA ANNA VOZZA


INQUINAMENTO. VIGILIA DI NATALE ALLE POLVERI SOTTILI

Vigilia di Natale con picco di Pm2,5

Domani è previsto a Taranto il superamento del limite di legge per le polveri molto sottili (pm2,5).  Le previsioni del sito ilmeteo.it indicano infatti a Taranto uno sforamento del limite di 25 microgrammi a metro cubo per il pm2,5. Ancora più elevata la concentrazione prevista per il PM10.

Vento da nordovest (ossia dall'area industriale) è previsto non solo per domani ma anche per Natale e per Santo Stefano.

Le previsioni di PeaceLink annunciate a fine novembre si sono purtroppo avverate. Le condizioni meteo giocano un ruolo preminente nel determinare a Taranto situazioni di inquinamento che la Asl ha valutato applicando il principio di massima precauzione, indicando fasce orarie in cui è consigliabile aprire e non aprire le finestre.

Riteniamo che di fronte a queste previsioni meteo avverse, che tendono a far innalzare il livello di inquinamento in città, l'azione del sindaco di Taranto sia insufficiente. Per passare un Natale sereno vanno fermate le cokerie dell'Ilva.
Va ricordato che - sulla base dello studio Sentieri dell'ISS - per ogni incremento di 10 microgrammi a metro cubo di polveri sottili (PM10) i decessi registrati a Taranto sono risultati più che doppi rispetto al resto d'Italia, a dimostrazione che le polveri sottili di Taranto sono più tossiche.

Alessandro Marescotti
Presidente di PeaceLink

martedì 22 dicembre 2015

TORINO. UN NATALE COI FIOCCHI

Sotto il cielo delle Luci d’Artista, dal 1° dicembre sarà ancora Natale coi Fiocchi per offrire ai torinesi, e ai sempre più numerosi turisti, una nuova e suggestiva atmosfera per le festività.

L’intero programma è stato concepito come un viaggio che ci accompagnerà attraverso itinerari dedicati all’arte, allo spettacolo di strada, alla musica sacra, al gioco, alla magia, all’accoglienza, alle tradizioni del Natale, alle fiabe e soprattutto ai bambini, grandi protagonisti del Natale.
UN SERVIZIO DI: Giovanni Stola

lunedì 21 dicembre 2015

"NATALE 2015" IL PRESEPE DI CIRO INTERMITE

Pino Pittaccio fa visita a Ciro Intermite al Rione Tamburi di Taranto.
L'attore teatrale, della compagnia "LE TAMMORRE" , offre prelibatezze  Natalizie cucinate dalla moglie a Pino , e mostra a tutti noi, la bellezza e l'originalita' del suo Presepe.

venerdì 18 dicembre 2015

TORINO. IBM TAGLIA IL LAVORO PER L'ITALIA

IBM, Multinazionale americana, sta, da anni, delocalizzando le proprie attivita' , tagliando occupazione in Italia.
India, Polonia, Repubblica Ceca e altre nazioni stanno ricevendo il nostro lavoro, mentre il nostro paese continua a impoverirsi di Skill e competenze.
Con varie operazioni si e' passati nel giro di tre anni da circa 7000 dipendenti a meno di 5000 e non e' assolutamente finita.
I dipendenti chiedono alle Istituzioni Locali e Nazionali di intervenire prima che queste professionalita' siano perdute.
SERVIZIO DI: Giovanni Stola

IL MAGICO VILLAGGIO DI BABBO NATALE E' A TARANTO

Il Magico Villaggio di Babbo Natale - fino alla Befana - in Piazza Sicilia a Taranto. Intrattenimento per bambini con Babbo Natale, elfi, renne e pupazzi di neve. Il Museo di Babbo Natale, Spedizione Lettere, La Cucina di mamma Natalina, la Casetta delle Favole, Il laboratorio dove divertirsi a creare e la casetta dei dolci.
FOTO: Antonio Attolino

giovedì 17 dicembre 2015

"LE INTERVISTE DI PITTACCIO" NANDO PAONE


"NATALE 2015" IL PRESEPE DI ANNA VOZZA

Il nostro Pino Pittaccio fa visita alla poetessa tarantina Anna Vozza che gli presenta il suo presepe.
Unico e pieno di significati.
SERVIZIO DI: Pino Pittaccio
SUPPORTO TECNICO: Giovanni Stola

mercoledì 16 dicembre 2015

"IL CARILLON A TARANTO" INTERVISTA ALL'IDEATORE MAURO GRASSI

Mauro Grassi, ideatore de: "il carillon itinerante" è tornato a taranto per presentare un'esposizione itinerante di Strumenti Musicali dell'800 e 900 chiamato: " I musicanti di Barberia ". Dopo aver girato tantissim città d'arte di tutto il mondo ed aver calpestato il palco di X Factor, Mauro Grassi, è voluto tornare qui a Taranto per presentare le sue Novità. Importante la sua partecipazione al Video Musicale "Beautifu Disaster" di Fedez e Mika che, lui stesso, ha reputato un'esperienza  stupenda è piena di Emozioni.
RIPRESE: Antonio Attolino

"CONCERTO DI NATALE ALLA CATTEDRALE SAN CATALDO" IL RIASSUNTO

Il 9 Dicembre 2015 si e' svolto, nella Cattedrale S. Cataldo di Taranto, il 5° concerto organizzato da PALIO DI TARANTO e ROTARACT CLUB.
Impreziosito questa volta dalla partecipazione della Marina Militare , del Comune di Taranto e dall' Ateneo della chitarra di Taranto.
RIPRESE: Antonio Attolino

lunedì 14 dicembre 2015

"DOMANDIAMOLO" GIANPAOLA GARGIULO

La leggendaria storia d’amore tra Kalimera, una giovane Tarantina, e Tumulo, un Console Romano.
Nel racconto vi sono le descrizioni dei luoghi della Taranto Magnogreca (l’acropoli, l’agorà, la necropoli), sfondo della vicenda dei due amanti: un utile espediente che consente di far conoscere i fasti e la grandiosità dell’antica Taras.

Kalimera è la greca di Taras che mostra, in ogni suo gesto, irrazionalità ma allo stesso tempo armonia, serena rappresentazione di una cultura amante del bello: un’umile ragazza che nella sua piccolezza cela l’immensità di un sentimento puro. 

Tumulo è un uomo pratico, razionale, valoroso servitore di Roma, espressione dei suoi saldi valori che in un attimo sono spazzati via, con tutte le loro certezze, dal fiume in piena dell’amore.
 E i due sentimenti si uniscono, si saldano all’eternità senza che nulla, neanche il fuoco di una pira, potrà scalfirli.
L’idea del romanzo Kalimera è nata dalla volontà di far conoscere la bellezza dell’antica Taras.  La maggiore difficoltà che si ha in questa città è quella di non riuscire ad immaginare la maestosità e la grandezza dei monumenti che la adornavano. 
Gran parte delle testimonianze del passato sono infatti obliterate sotto l’asfalto, all’interno dei palazzi, sotto la terra che noi quotidianamente calpestiamo.
 Questo romanzo vuole essere un tributo alla mia città. 
I personaggi si muovono nell’agorà, sulle antiche mura, nella necropoli, e questo rappresenta un modo, secondo l'Autrice, di incuriosire il lettore, e spronarlo magari a cercare d’individuare dove si trovassero questi luoghi anticamente.
Del resto, se non si conosce la propria città, come si fa ad amarla? 
Per anni ci hanno convinto che Taranto fosse solo acciaio e fabbriche. 
Taranto è ben altro: è storia, è arte, è cultura, e la speranza di Giampaola è quella di dare un contributo al percorso di rinascita della sua città, che deve ripartire proprio dal suo passato per avere un futuro migliore.
Ma conosciamo meglio la scrittrice nel programma di Massimiliano Raso.

domenica 13 dicembre 2015

"A MMANE A MMANE" LE POESIE DI ANNA VOZZA

Il 23 Novembre il libro e' stato presentato al Teatro Padre Turoldo di Taranto, e noi di TARAStv vi raccontiamo, in esclusiva, l'evento con le nostre immagini.
Hanno partecipato Anna Vozza, Franco Scherma, Marcello Bellacicco, l'Editore Piero Massafra e tutto il numeroso pubblico del Teatro tarantino.
Ha relazionato Giosue' Illume.
Le riprese sono state curate da Armando Solito

venerdì 11 dicembre 2015

"A MMANE A MMANE" DOMENICA 13 DICEMBRE SU TARAStv

Il 23 Novembre il libro e' stato presentato al Teatro Padre Turoldo di Taranto, e noi di TARAStv vi raccontiamo, in esclusiva, l'evento con le nostre immagini.
Hanno partecipato Anna Vozza, Franco Scherma, Marcello Bellacicco, l'Editore Piero Massafra e tutto il numeroso pubblico del Teatro tarantino.
Ha relazionato Giosue' Illume.
Le riprese sono state curate da Armando Solito

"DEPRESSI MA FELICI" IL NUOVO LAVORO DEL LABORATORIO DI MIMMO FORNARO


Le prove vanno avanti... ce la faranno i nostri amici a rispettare il loro impegno di portare in scena uno spettacolo diverso ogni mese?
 Ci stanno lavorando come è loro solito: con impegno e serietà.
 Ma veniamo al dunque...
"Depressi ma felici" è il titolo di questa nuova commedia tutta da ridere in due atti scritta da Mimmo Fornaro.

Scritta con l'intento di divertire il sempre più numeroso pubblico che segue la Compagnia con affetto.

Potete quindi prenotare già da subito il vostro posto in platea presso il Teatro Padre Turoldo, oppure con un messaggio cliccando QUI

 Le date previste sono:

Giovedì 14 Gennaio
e in replica
Giovedì 21 Gennaio

presso:
Teatro Turoldo (Via Laclos angolo via Leonida)

Ore 20.30 apertura porte Ore 21.00 sipario
Prezzo biglietto 5€
VI ASPETTIAMO!!!

MAMME DI TARANTO. SCRIVETE AL VOSTRO SINDACO

AL SINDACO DI TARANTO (sindaco@comune.taranto.it)
E PER CONOSCENZA AI CARABINIERI DEL NOE (noelecdo@carabinieri.it)


La sottoscritta mamma di un bambino di scuola elementare del Comune di Taranto desidera di essere preventivamente informata dei Wind Days (Ilva viene avvisata in anticipo dall'ARPA dei Wind Days).
In tali circostanze è verosimile (ed è accaduto in questi giorni come registrato dalle centraline Arpa) che i livelli di inquinamento delle polveri sottili (PM10) possano superare i 25 microgrammi a metro cubo. Superata tale soglia la ASL ha raccomandato per i bambini che il ricambio dell'aria in ambienti chiusi avvenga preferibilmente fra le ore 12 e le ore 18.

Chiedo pertanto di sapere se tale disposizione precauzionale è stata impartita alle scuole elementari dipendenti dal Comune di Taranto e se questo limitato ricambio di aria garantisca standard sanitari accettabili per i bambini di Taranto.
La ASL ha specificato che "anche a basse dosi (inferiori pure a quelle considerate come limite minimo dagli standard di qualità dell’aria normati in Europa) sono possibili degli effetti sulla salute umana". Ciò vale in particolare per la nostra città in cui il particolato ha una tossicità nettamente superiore al particolato di altre città italiane (come specificato nello studio epidemiologico Sentieri più aggiornato, che indica un eccesso di incidenza dei tumori nei bambini di Taranto pari al 54%).
La presenza di polveri sottili può provocare anche effetti a breve termine e può determinare, scrive la ASL di Taranto, effetti avversi sulla salute dei bambini ("i bambini sono i più colpiti"). La ASL di Taranto scrive nelle sue recenti linee guida: "Esiste associazione tra le variazioni di breve periodo dell’inquinamento urbano e la mortalità anticipata (prematura) della popolazione ad esso esposta; le dimensioni del fenomeno non sono enormi, ma rivestono notevole interesse in termini di salute pubblica, a causa del numero di soggetti esposti (popolazione)".
In considerazione di tutto ciò, le chiediamo di applicare ai nostri bambini durante i Wind Days le precauzioni previste dalle linee guida della ASL di Taranto e di informare da subito e con sufficiente anticipo la popolazione dei prevedibili aumenti del PM10.
Distinti saluti
Nome e Cognome
Data

giovedì 10 dicembre 2015

"CONCERTO DI NATALE 2015" LE FOTO DI ANTONIO ATTOLINO

Il 9 Dicembre 2015 si e' svolto, nella Cattedrale S. Cataldo di Taranto, il 5° concerto organizzato da PALIO DI TARANTO e ROTARACT CLUB.
Impreziosito questa volta dalla partecipazione della Marina Militare , del Comune di Taranto e dall' Ateneo della chitarra di Taranto.
FOTO DI ANTONIO ATTOLINO.

mercoledì 9 dicembre 2015

INQUINAMENTO. QUELLO CHE NESSUNO HA DETTO MAI

FOTO: Marinella Monfredi


Ecco quello che non vi dicono dell'inquinamento a Taranto.
1) I filtri dell'Ilva non riescono a trattenere il particolato ultrasottile. Questo è il punto su cui avviare una nuova campagna di denuncia e attaccare il sindaco stesso che ha firmato un'Aia che si rivela oggi incapace di gestire una situazione surreale: la gente dovrà chiudersi in casa durante i picchi di inquinamento.


2) Questo particolato oltrepassa tutti i filtri industriali. Nessun sistema di abbattimento delle polveri installato dopo i lavori dell'Aia è in grado di trattenere particolato ultrasottile come PM0,1 oppure PM 0,01.

3) Nessun filtro posto nelle scuole potrebbe proteggere i bambini perché il particolato killer non viene trattenuto nei filtri.
4) Questo particolato è così leggero che - seppure abbondante nei picchi di inquinamento misurati da PeaceLink - non fa sforare il limite di 50 microgrammi a metro cubo che è il limite di legge. Quindi tutto è a norma, chiaro?
5) Questo particolato ultrasottile che non fa sforare i limiti del PM10 lo potremmo definire un "particolato invisibile". Supera persino la barriera degli alveoli polmonari ed entra direttamente nel flusso sanguigno, avviando processi infiammatori e degenerativi nell'organismo umano, fino anche al tumore.


6) Questo particolato ultrasottile tuttavia non sfugge all'analizzatore Ipa utilizzato da PeaceLink, che è in grado di a quantificare (mediante i miliardesimi di grammo, i famosi "nanogrammi") i cancerogeni che si poggiano su queste "polveri invisibili". Ciò che oltrepassa i filtri dell'Ilva non sfugge quindi alle misurazioni di PeaceLink in quanto tale analizzatore è in grado di "vedere" gli Ipa che si poggiano anche sul PM0,1 e sul PM0,01. Ossia il particolato con dimensioni tali da oltrepassare i filtri.
7) Conclusione: per Taranto va effettuata un'analisi sitospecifica per le polveri (che hanno una tossicità 2,2 volte superiore rispetto al particolato urbano). Perciò va adottato un limite più stringente che - dato l'eccesso di mortalità documentato dall'indagine epidemiologica del dott. Forastiere - abbassi il limite per il particolato sotto i 20 microgrammi a metro cubo, così come richiesto dall'OMS. Se nelle altre città il limite annuo è 40 microgrammi a metro cubo e 50 quello giornaliero, a Taranto - per la tossicità sitospecifica del particolato - occorre chiedere un limite annuo di 20 microgrammi a metro cubo e un limite giornaliero a 25.
Il quadro ora è completo: ma le polveri ultrasottili non sono state studiate a fondo da Arpa. La cosiddetta "speciazione del particolato" a Taranto è ancora in "fase di approfondimento". Un killer si aggira fra di noi ma sfugge ai limiti e ai controlli delle leggi dello Stato. E tuttavia la nostra analisi degli Ipa lo intercetta, per fortuna.
È tutto chiaro?
ALESSANDRO MARESCOTTI

martedì 8 dicembre 2015

IL PROBLEMA DI TARANTO E' IL TG1?

Ciò che deve preoccupare in una città dove si muore di inquinamento è l'inquinamento. Invece il Sindaco di Taranto si è lamentato del Tg1 della RAI che ha realizzato un servizio sui picchi di inquinamento nella città jonica e sulle precauzioni suggerite dalla ASL.

Il Sindaco ha reagito così nervosamente proprio ora che la Procura della Repubblica ha avviato una nuova indagine e vuole vederci chiaro. Il Sindaco dovrebbe dimostrare di aver tutelato in modo effettivo ed efficace la salute della popolazione in questi anni.

PeaceLink da tempo segnalava picchi di inquinamento in corrispondenza dei "wind days", ossia quando il vento proviene dall'area industriale e porta sulla città una maggiore quantità di sostanze cancerogene e genotossiche. Per questo motivo abbiamo chiesto che, oltre ad essere avvisata l'ILVA (per ridurre la produzione di carbon coke), fossero avvisati anche i cittadini con una serie di precauzioni per ridurre l'esposizione all'inquinamento. Non solo. Di fronte a periodi prolungati di esposizione (facilmente prevedibili consultando il meteo) chiedevamo che il Sindaco dovesse agire con provvedimenti più drastici (abbiamo richiesto il fermo delle cokerie, fonte, secondo ARPA, del 98% degli IPA cancerogeni; tali IPA si poggiano sul PM10).

PeaceLink ha invitato i cittadini a scrivere al Sindaco perché affrontasse il problema dei picchi. Il Primo Cittadino ha ricevuto molte email, come pure i carabinieri del NOE.

Il Sindaco è stato quindi ampiamente avvisato dell'esistenza del problema. Ha chiesto alla ARPA e alla ASL un parere tecnico. La ASL ha inviato il parere tecnico sulla base dei dati dell'ARPA e ha formulato una serie di precauzioni per la popolazione esposta ai picchi. Non ci risulta che il Sindaco abbia ad oggi diffuso fra la popolazione specifiche comunicazioni per proteggere la salute: nel sito web del Comune non se ne trova traccia.

Ma evidentemente al Sindaco il problema non è ancora chiaro se - nella sua piccata risposta al TG1 della RAI - afferma: 
“In proposito è sufficiente consultare il portale regionale della salute di ASL Taranto – news, per verificare la bontà dei valori registrati, che proprio nel corso della scorsa settimana hanno fatto rilevare percentuali di molto al di sotto dei limiti previsti dalla legge".

Del resto il Sindaco non è nuovo a questo tipo di affermazioni tranquillizzanti. Nel 2011 dichiarava:  

"Mi complimento per gli sforzi e i risultati ottenuti da Ilva. Attraverso i recenti dati clinici che ci giungono dalle Asl territoriali, emergono dati confortanti in relazione alle malattie più gravi, patologie che non risultano in aumento, anche grazie al miglioramento dell'ambiente e della qualità dell'aria".  (Fonte: Il Ponte, ottobre 2011, p. 19)

Al Sindaco non è forse chiaro che si possono verificare effetti avversi sulla salute anche se non si superano i limiti di legge. E' risaputo che i limiti di legge per gli inquinanti non sono sufficienti a tutelare la salute. Al Sindaco spetta l'obbligo di intervenire quando quei valori vengono superati, ma a lui spetta comunque il compito di verificare situazioni particolari che possano determinare effetti avversi sulla salute. Gli attuali limiti sono frutto di compromesso politico ma è bene sapere che l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda limiti per le polveri sottili ridotti della metà di quelli attualmente in vigore (il rapporto della ASL di Taranto questo lo specifica).
Il Sindaco farebbe bene a rileggere l'inizio della relazione ASL che premette:


"- esiste associazione tra le variazioni di breve periodo dell’inquinamento urbano e la mortalità anticipata (prematura) della popolazione ad esso esposta; le dimensioni del fenomeno non sono enormi, ma rivestono notevole interesse in termini di salute pubblica, a causa del numero di soggetti esposti (popolazione);
- anche a basse dosi (inferiori pure a quelle considerate come limite minimo dagli standard di qualità dell’aria normati in Europa) sono possibili degli effetti sulla salute umana;
- i soggetti anziani (età > 65 anni), quelli affetti da patologie croniche, defedati e immunodepressi, bambini sono i più colpiti".

Il Sindaco è un pediatra e dovrebbe essere a conoscenza di queste informazioni.

A tutto questo vanno aggiunte cinque considerazioni:

1) i filtri dell'Ilva non riescono a trattenere efficacemente il particolato ultrasottile

2) questo particolato ultrasottile, che oltrepassa tutti i filtri industriali, oltrepassa anche gli alveoli polmonari ed entra nel flusso sanguigno causando conseguenze di notevole portata;
3) questo particolato ultrasottile è indirettamente monitorato con l'analizzatore Ecochem PAS 2000 che è in grado di quantificare gli IPA cancerogeni proprio sul PM1, sul PM0,1 e sul PM0,01 (ossia le polveri del particolato ultrasottile);
4) sia Arpa (nella sua versione fissa) sia PeaceLink (nella sua versione portatile) dispongono di tale analizzatore, che continua a fornire valori preoccupanti;
5) il particolato ultrasottile come il PM0,1 e PM0,01 tende a sfuggire ai controlli di laboratorio ufficiali previsti dalla legge.

Questo spiega come mai PeaceLink con quella strumentazione rileva picchi elevati di IPA cancerogeni a cui sono evidentemente associate quelle polveri ultrasottili che a nostro avviso sfuggono sia ai sistemi di depolverazione dell'ILVA sia ad alcune forme di monitoraggio ambientale. E' un inquinamento che rischia di sfuggire ai controlli e all'attenzione politico-amministrativa, così come sfuggiva ai controlli la diossina prima che PeaceLink ponesse il problema.

La nostra opinione è che una parte significativa del particolato ultrasottile continui a fuoriuscire dall'ILVA senza incontrare efficaci barriere. A nostro parere ciò costituisce un problema da porre sotto osservazione in quanto neanche applicando l'AIA al 100% il problema sarà risolto. Tra l'altro i filtri a manica nel grande camino E312 non sono stati installati. Tali filtri tuttavia possono attutire, ma non eliminare, il problema del particolato ultrasottile. La "ecocompatibilità dell'ILVA" non può essere pertanto raggiunta dato che nessun sistema di depolverazione previsto dall'AIA è in grado di fermare questo tipo di particolato ultrasottile che sfugge ai controlli ufficiali di cui il Sindaco si accontenta.  
Ed è tuttavia proprio questo pericoloso particolato che i cittadini rischiano di fare entrare in casa quando aprono le finestre fra le 7 e le 8 di mattina, ossia nel momento di massima concentrazione degli IPA cancerogeni e genotossici, allorché il vento proviene dall'area industriale.


Alessandro Marescotti
Presidente di PeaceLink

sabato 5 dicembre 2015

"DOMANDIAMOLO" LUNEDI' 14 DICEMBRE CON GIANPAOLA GARGIULO


"MONTEIASI PROTAGONISTA" LA 4° ESPOSIZIONE CANINA

Ritorna l'appuntamento con gli amici a 4 zampe nella splendida location del Parco Divertimenti Bar-Pizzeria 8KB a Monteiasi in via degli Albanesi zona Stadio.
 La 4^Esposizione Canina Regionale organizzata dall'Associazione Culturale MONTEIASI PROTAGONISTA Sez. Geom. Salvatore CIURA in collaborazione col Gruppo Cinofilo Jonico..... Divenuto ormai importante appuntamento per gli estimatori cinofili della provincia tarantina, ma anche dell'intera Puglia e regioni limitrofe, l'evento nella scorsa edizione è risultato secondo in Puglia per numero di partecipanti. 
UN EVENTO PRESENTATO DA: Giusy Ancora
RIPRESE E MONTAGGIO: Giovanni Maimone

mercoledì 2 dicembre 2015

4° ESPOSIZIONE CANINA DI MONTEIASI. SABATO 5 DICEMBRE SU TARAStv

L' appuntamento con gli amici a 4 zampe nella splendida location del Parco Divertimenti Bar-Pizzeria 8KB,  e' stato organizzato dall'Associazione Culturale MONTEIASI PROTAGONISTA Sez. Geom. Salvatore CIURA in collaborazione col Gruppo Cinofilo Jonico.
La Manifestazione e' Divenuta ormai importante appuntamento per gli estimatori cinofili della provincia tarantina, ma anche dell'intera Puglia e regioni limitrofe.
Anche quest'anno TARAStv era presente in esclusiva con la brillante Giusy Ancora che ha intervistato i protagonisti e non....

"LA VERA STORIA DI TARANTO... SALVO DIGRESSIONI" TORNA IN SCENA AL TUROLDO

Giovedì 3 Dicembre alle 21,00 il Laboratorio di Mimmo Fornaro torna sul palco del Teatro Turoldo con lo spettacolo: "La vera storia di Taranto... Salvo digressioni!!!"
Spettacolo divertente di Mimmo Fornaro .Con Mimmo Fornaro, Mario Donatiello e….
Mettere in scena la storia di Taranto dalla sua nascita all’era romana? Non esageriamo. Non si potrebbe mai spacciare questa messa in scena come un’operazione culturale.
La Compagnia “ IL LABORATORIO DI MIMMO FORNARO” lascia ad altri il compito di ampliare la conoscenza in merito. Nel nostro piccolo, però ci è piaciuto tentare di ripercorrere le vicende della nostra terra attraverso leggende, storie e tradizioni dai suoi primi vagiti al suo massimo splendore, fino ad arrivare all’irriverente gesto di Filonide. Per far questo, i due attori (a loro volta irriverenti) che calcheranno il palco, vestiranno i panni di guitti narranti, e… per meglio far passare le loro annunciate “digressioni” avranno bisogno di trovare in platea i “complici” che non potranno che perdonare ad una pièce divertente l’ambizione di farsi quattro risate ripassando la storia di una città che fu a pieno titolo annoverata tra le più belle, grandi e importante del mondo antico. Uno spettacolo che si costruirà di sera in sera con pubblico e attori diversi. Chissà che non sia questa l’occasione buona per scoprire nuovi talenti?

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv