Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

giovedì 30 gennaio 2014

NASCE A TARANTO IL 1° CENTRO DELLA FOTOGRAFIA

Un ampio spazio espositivo in cui promuovere l’arte fotografica attraverso mostre, incontri e dibattiti con personalità di rilievo. Queste e altre ancora sono le possibilità offerte dal primo Centro della Fotografia di Taranto, sito in via Plinio 83, che verrà inaugurato sabato 1 febbraio alle ore 20 e che sarà la nuova sede del circolo fotografico “Il Castello”.

L’associazione, attiva da oltre 21 anni nella promozione della cultura fotografica sul territorio provinciale e, dalla scorsa edizione di FotoArte, anche regionale, ha scelto di abbandonare la vecchia sede di via Crispi, 10, aperta esclusivamente a soci e corsisti, per trasferirsi in uno spazio più grande e accogliente, in cui sarà possibile organizzare esposizioni fotografiche non soltanto da parte dei soci del circolo, ma anche di fotografi esterni che vorranno mostrare al pubblico i propri lavori.
In occasione dell’inaugurazione, lo spazio espositivo verrà utilizzato per la prima volta per mostrare ai visitatori una serie di scatti fotografici dei soci del circolo “Il Castello” dedicati a Taranto. Con una trentina di immagini, i fotoamatori racconteranno soprattutto le luci e le ombre della Città vecchia, stretta tra la bellezza e il degrado, tra il fascino della storia e delle tradizioni popolari che rivivono tra i suoi vicoli, e il degrado e l’incuria a cui sono destinati suoi edifici. 
-->
La città di Taranto, dunque, avrà un nuovo spazio in cui fare cultura e ampliare i propri orizzonti. L’invito del presidente dell’associazione, Raimondo Musolino, è quello di recarsi al Centro della Fotografia per sostenere il circolo fotografico con la propria vicinanza, affinché esso possa continuare a propagandare la vera fotografia, come ha sempre fatto nei suoi oltre 21 anni di attività, e come si ripromette di continuare a fare anche un futuro.

L’ingresso all’inaugurazione sarà gratuito, ma con invito. Per informazioni, è possibile rivolgersi al numero 0995000997.

FONTE: http://puglialive.net/home/news_det.php?nid=78119

RARI NANTES. OBBIETTIVO CANCELLARE LO ZERO IN CLASSIFICA

L’obiettivo è cancellare lo zero in classifica. Motori caldi per la Rari Nantes Taranto che sabato 1 febbraio affronterà la 4x4 System Arechi Salerno. La gara, valevole per la quarta giornata del campionato nazionale di serie B girone 4 di pallanuoto, avrà inizio alle 14.30 nello Stadio del Nuoto di Bari con ingresso gratuito per gli spettatori.
BORSINO: TUTTI ARRUOLABILI. Digerito l’amaro per la sconfitta di misura incassata ad Acireale sabato scorso, la formazione jonica ha lavorato sodo in settimana, con il traguardo della prima vittoria stagionale. Le sedute di allenamento si sono snodate tra il centro Mediterraneo Sport e la piscina del Tursport di San Vito, con la consueta amichevole del mercoledì sera a Bari contro la Waterpolo. Il test di mezza settimana è l’appuntamento più importante per Oliva e compagni, la squadra infatti ha potuto testare la vasca da gioco che sabato sarà il teatro della sfida contro i campani. A grandi linee, contro Rari Nantes Salerno, si dovrebbero rivedere in acqua i sette di partenza visti contro il Pozzillo. Coach Vidovic dovrebbe avere tutti i suoi atleti a disposizione incluso chi non ha risposto presente in occasione dell’ultimo match.
VIDOVIC: “UMORE ALTO, IDEE CHIARE”. Alla vigilia della seconda partita “casalinga” della stagione, l’allenatore della Rari Nantes Taranto Dusan Vidovic si dice fiducioso: “Salerno è una squadra dalla grande tradizione, conta di giocatori esperti come Begovic che hanno giocato in categorie superiori. Inoltre ci sono anche tanti giovani interessanti che lotteranno contro di noi.”.
Il tecnico serbo poi descrive l’umore all’interno dello spogliatoio rarinantino: “Stiamo bene, la squadra è serena e in settimana abbiamo lavorato bene. Vorrei ripartire da quanto fatto di buono ad Acireale e migliorare ancora di più contro Salerno. L’ambiente è compatto, staff tecnico, squadra e società sono insieme e lavorano per lo stesso obiettivo. Ora occorre concentrarci e pensare solo al match contro Arechi. Forse sarò ripetitivo, ma io scendo sempre in campo con l’obiettivo della vittoria, non ho altri pensieri.”.
-->
LA TARTERA: “CONSAPEVOLI DI POTER VINCERE”. Una delle colonne portanti della difesa della RN Taranto, Ubaldo La Tartera, commenta la vigilia del match contro Salerno: “Sarà sicuramente una partita difficile, l’Arechi è squadra molto giovane che punta sulla resistenza fisica. Loro vogliono mettersi in mostra, hanno buoni giocatori e puntano sui loro atleti più esperti per la gestione delle partite. Verranno qui per metterci in difficoltà, ma noi saremo pronti a ribattere.”.
Lo zoom della ‘roccia’ rarinantina si sposta poi sulla squadra jonica: “Lo zero in classifica non ci deve spaventare, anzi. Sarebbe un grave errore considerarci gli ultimi della classe, perché noi siamo all’altezza della serie B. In questi giorni coach Vidovic sta facendo un grande lavoro proprio sulla mentalità della squadra, stiamo capendo che la vittoria è alla nostra portata, basta solo aumentare l’asticella della fiducia in noi stessi e raggiungeremo l’obiettivo. Dobbiamo uscire grinta, forza e tutto il nostro carattere per restare a galla in questo campionato, occorre gestire meglio le emozioni e avere la serenità giusta nel conquistare i tre punti. Le nostre avversarie devono saperlo, Taranto venderà cara la pelle contro tutti.”.
QUI SALERNO: LA SPERANZA DEL RICORSO. L’ambiente salernitano è in attesa dell’esito del ricorso presentato alla Commissione di Appello Federale (C.A.F.) avverso l'ammenda di 2.500 euro e la sconfitta a tavolino 5-0 in merito ai fatti risalenti alla gara contro i Canottieri 7 Scogli. Ricordiamo che la società campana è stata sanzionata per non aver consegnato all’arbitro i documenti utili prima della partita a Siracusa. Secondo il club invece il carteggio era sì incompleto, ma regolare.
Sul fronte tecnico, il coach arechino Matteo Citro punta molto sulle nuove leve, la scorsa settimana ha schierato diversi “under” nella pirotecnica sfida contro Leones Messina. I campani sono reduci proprio dalla netta vittoria, 19-10, contro i siciliani e cavalcano le ali del successo. Alla prima giornata del torneo la 4X4 aveva perso di misura, 9-10, contro Waterpolo Bari e alla successiva, come già descritto, la gara di Siracusa. Rari Nantes Salerno è una squadra molto giovane fortificata da esperti della categoria come Storniello, Begovic e Iannicelli, quest’ultimo autore di cinque reti contro Leones.

QUANDO ARRIVA L'ISPIRAZIONE? E COME LA SI TRASFORMA IN IDEA? CAROLINA CRESCENTINI

Con i nuovi Galaxy Note 3 e Galaxy Gear di Samsung puoi ispirarti e creare per vivere le tue passioni e "disegnare" la tua vita così come la vorresti, seguendo la linea dei tuoi sogni. Proprio come ha fatto Carolina Crescentini.
-->

martedì 28 gennaio 2014

"BY NIGHT DI ALFONSO ZAMBRANO" INTERVISTA A MICHELE MIGLIONICO

-->

lunedì 27 gennaio 2014

"DOMANDIAMOLO" PINO PITTACCIO

-->

domenica 26 gennaio 2014

SCOSSA DI TERREMOTO A TARANTO. L'EPICENTRO IN GRECIA

Pochi minuti fa, alle14:55, una forte scossa di terremoto (magnitudo 5.7secondo i primi dati) ha colpito la Grecia occidentale, nelle isole del mar Jonio. La scossa è stata avvertita anche in tutto il Sud Italia: Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia. Nel territorio italiano non sono segnalati danni. Attendiamo ulteriori dettagli e aggiornamenti.
Fonte MeteoWeb.eu
-->

SCOSSA DI TERREMOTO AVVERTITA NEL TARANTINO

Una scossa di terremoto di magnitudo 2.2 è stata registrata alle 4:14 nel Golfo di Taranto, davanti alle coste della Puglia. Secondo i rilievi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 10 km di profondità ed epicentro non lontano dai comuni tarantini di Leporano e Pulsano. Non si hanno segnalazioni di danni a persone o cose.
FONTE: http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/puglia/articoli/1075183/scossa-di-terremoto-nel-tarantino.shtml

"CASTING ALLA HERMES ACADEMY"

-->

LABORATORI D'ANALISI. 19 OPERATORI SENZA NESSUN TITOLO

militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Taranto, nell’ambito di specifici controlli eseguiti nel decorso anno 2013, hanno individuato 19 persone che operavano, senza averne titolo, con mansioni infermieristiche presso 6 laboratori di analisi ubicati in Taranto e provincia, accreditati con il Servizio Sanitario Nazionale.
L’attivita’ ispettiva eseguita dalle Fiamme Gialle rientra in un vasto ed articolato piano d’azione in materia di tutela della spesa pubblica nel comparto sanitario.
I Finanzieri hanno accertato che i prelievi di sangue avvenivano:
- “a domicilio”, da parte di infermieri dipendenti pubblici, di ex infermieri ormai in pensione, nonché di persone prive di qualifica;
- presso alcuni dei laboratori oggetto d’indagine, da parte di “operatori sanitari” sprovvisti dei titoli professionali.
-->
Spesso, nei casi di prelievi domiciliari, le provette venivano trasportate in condizioni non idonee a garantire l’integrita’ dei campioni. Le norme in tema di prelievo e trasporto di sangue prevedono, infatti, che questo debba essere raccolto da infermieri professionali iscritti all’albo e che il trasporto, dal luogo del prelievo alla struttura sanitaria di analisi, debba avvenire rispettando precise regole, tra le quali l’uso di contenitori impermeabili a tenuta stagna, l’adozione di rastrelliere per provette e di kit specifici per disinfezione in caso di eventuali rotture.
Tra le violazioni riscontrate vi e’ stato anche un caso di sottrazione di materiale sanitario a danno dell’ospedale di Manduria (TA), in quanto uno degli infermieri in servizio presso l’ASL ha utilizzato materiali sanitari illecitamente prelevati dalla struttura pubblica.
Nei confronti di 14 operatori sprovvisti delle necessarie qualifiche professionali e’ scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria per “esercizio abusivo della professione”, mentre 5 infermieri dipendenti di ospedali pubblici della provincia di Taranto sono stati segnalati alla locale ASL per l’adozione dei conseguenti provvedimenti disciplinari.
Due dei laboratori coinvolti hanno gia’ subito la revoca della convenzione da parte della Regione Puglia; per altri tre sono state avviate le procedure di revoca; ad un altro laboratorio, infine, è stata notificata l’intimazione da parte dell’ASL di avvalersi di personale qualificato.
FONTE: http://www.statoquotidiano.it/25/01/2014/guardia-finanza-taranto-scoperti-19-infermieri-irregolari/187305/

RITROVATA LA DONNA SCOMPARSA DA 2 ANNI CON IL FIGLIO

Una donna di Taranto era fuggita il 16 maggio da casa a Taranto. Il bimbo, di 7 anni, era stato affidato all'ex marito e lei non aveva accettato la decisione.

E' finita la fuga di una donna che, allontanatasi due anni fa da Taranto, aveva portato con sé il figlio di sette anni. Separata dal marito, il giudice aveva affidato il bimbo all'uomo e lei non accettava la decisione. Il bambino è stato momentaneamente affidato alle cure di una struttura di accoglienza.
-->
La fuga è finita nel capoluogo campaono dove è stata trovata in un albergo di piazza Garibaldi dagli agenti del commissariato di polizia Vicaria-Mercato. Del caso si era occupata anche la trasmissione televisiva "Chi l'ha visto?".
FONTE: http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/campania/2014/notizia/scomparve-da-taranto-con-il-figlioritrovata-a-napoli-dopo-2-anni_2023147.shtml

PALLANUOTO. POZZILLO - RARI NANTES 8-7

Una gara fatta di lotta, impegno, sacrificio e grinta. La Rari Nantes Taranto esce a testa alta dalla piscina “Delle Terme” di Acireale, nonostante la sconfitta di misura. I padroni di casa della Pozzillo si impongono per 8-7 al termine di un match tiratissimo e che ha visto il risultato in bilico fino agli ultimi secondi di gioco. Per la squadra di Dusan Vidovic un notevole salto in avanti dal punto di vista della prestazione dopo le prime due uscite di campionato. Lo zero in classifica resta, ma gli jonici lasciano la Sicilia con la convinzione di essere stati all’altezza e, per lunghi tratti, superiori all’avversario.

LA GARA. Inizia alla grande la Rari Nantes, dopo pochi istanti bomber Federico Patti scaraventa il primo pallone alle spalle del portiere siciliano. Taranto è in avanti, ma i padroni di casa non abbassano la guardia e trovano il pari con Tagliaferri. La prima frazione è molto combattuta, la lotta in vasca premia ancora la squadra di Vidovic, nuovamente con Patti che firma la rete dell’ 1-2. Nel finale il rarinantino Ivan Conte rimedia due espulsioni, Taranto inizierà il secondo tempo in inferiorità. Si chiude il primo parziale in favore degli ospiti.
Taranto parte nella ripresa con un uomo in meno, dopo poco la parità numerica viene ristabilita ma Liuzzi viene espulso e quindi nuovamente inferiorità. Pozzillo ne approfitta e sigla il gol del 2-2 con Cacciola. I padroni di casa giocano sulle superiorità numeriche, nel parziale vengono allontanati La Tartera e poi Patti. Nel break tra le due espulsioni la formazione di coach Scebba è spietata e firma prima il 3-2 e poi il 4-2 ancora con un doppio Cacciola.
La terza ripresa si apre all’insegna dei gol, il preludio ad un parziale pirotecnico. Rigore a favore di Pozzillo, Cacciola non sbaglia e segna il 5-2. Prima inferiorità per i siciliani, questa volta la Rari Nantes è scaltra e Chieco buca il portiere Paternò segnando il 5-3. Ristabiliti i numeri, aumenta anche lo score con Parmessur che allunga per i catanesi il 6-3, ma Taranto non molla e La Tartera si sgancia dalla retroguardia infilando il 6-4. Durante una nuova inferiorità rarinantina, Pozzillo segna con Mannino il 7-4, una rete molto contestata dalla Rari Nantes, secondo cui il pallone non era entrato in porta. Prima del finale c’è spazio per uno scatto del solito Patti che riaccende le speranze in casa Taranto e sigla dalla distanza il quinto gol della formazione di Vidovic: 7-5.Una gara fatta di lotta, impegno, sacrificio e grinta. La Rari Nantes Taranto esce a testa alta dalla piscina “Delle Terme” di Acireale, nonostante la sconfitta di misura. I padroni di casa della Pozzillo si impongono per 8-7 al termine di un match tiratissimo e che ha visto il risultato in bilico fino agli ultimi secondi di gioco. Per la squadra di Dusan Vidovic un notevole salto in avanti dal punto di vista della prestazione dopo le prime due uscite di campionato. Lo zero in classifica resta, ma gli jonici lasciano la Sicilia con la convinzione di essere stati all’altezza e, per lunghi tratti, superiori all’avversario.

LA GARA. Inizia alla grande la Rari Nantes, dopo pochi istanti bomber Federico Patti scaraventa il primo pallone alle spalle del portiere siciliano. Taranto è in avanti, ma i padroni di casa non abbassano la guardia e trovano il pari con Tagliaferri. La prima frazione è molto combattuta, la lotta in vasca premia ancora la squadra di Vidovic, nuovamente con Patti che firma la rete dell’ 1-2. Nel finale il rarinantino Ivan Conte rimedia due espulsioni, Taranto inizierà il secondo tempo in inferiorità. Si chiude il primo parziale in favore degli ospiti.
Taranto parte nella ripresa con un uomo in meno, dopo poco la parità numerica viene ristabilita ma Liuzzi viene espulso e quindi nuovamente inferiorità. Pozzillo ne approfitta e sigla il gol del 2-2 con Cacciola. I padroni di casa giocano sulle superiorità numeriche, nel parziale vengono allontanati La Tartera e poi Patti. Nel break tra le due espulsioni la formazione di coach Scebba è spietata e firma prima il 3-2 e poi il 4-2 ancora con un doppio Cacciola.
La terza ripresa si apre all’insegna dei gol, il preludio ad un parziale pirotecnico. Rigore a favore di Pozzillo, Cacciola non sbaglia e segna il 5-2. Prima inferiorità per i siciliani, questa volta la Rari Nantes è scaltra e Chieco buca il portiere Paternò segnando il 5-3. Ristabiliti i numeri, aumenta anche lo score con Parmessur che allunga per i catanesi il 6-3, ma Taranto non molla e La Tartera si sgancia dalla retroguardia infilando il 6-4. Durante una nuova inferiorità rarinantina, Pozzillo segna con Mannino il 7-4, una rete molto contestata dalla Rari Nantes, secondo cui il pallone non era entrato in porta. Prima del finale c’è spazio per uno scatto del solito Patti che riaccende le speranze in casa Taranto e sigla dalla distanza il quinto gol della formazione di Vidovic: 7-5.
-->
In apertura dell’ultimo e decisivo tempo, la Rari Nantes punge ancora con Chieco: 7-6. Le distanze si riaccorciano in un istante, ma allo stesso tempo si dilatano ancora. Il mancino di casa, Cacciola mette alle spalle di Patti il gol dell’8-6 e il quinto personale. Gli ultimi minuti di gara sono infuocati, Pozzillo teme il ritorno di Taranto e fa bene perché Chieco si ripete ancora e segna la rete della speranza . A 1’ 48’’ dalla fine il parziale è 8-7. A pochi secondi dal termine il vantaggio dei padroni di casa è minimo, saltano i nervi e un dirigente del Pozzillo viene espulso.  Nel rush finale possesso palla Taranto che però sbaglia la conclusione in porta, il risultato non cambia più.

VIDOVIC: “FATTO UN PASSO IN AVANTI”. L’analisi dell’allenatore della Rari Nantes Taranto, Dusan Vidovic: “La sconfitta non deve trarre in inganno, prima di esprimere qualsiasi commento vorrei fare i complimenti alla mia squadra. Siamo stati ad un passo dalla vittoria, i miei ragazzi si sono impegnati e si è visto, ora siamo un gradino più su rispetto alla scala che stiamo costruendo. L’ho detto in altre occasioni e mi ripeto, solo con il lavoro quotidiano potremmo raccogliere i frutti. Questo è un campionato difficilissimo, siamo sulla strada buona per conquistare la nostra prima gioia piena. Rispetto alla gara contro Cosenza ho avuto la formazione-base a disposizione e tutti gli altri che sono entrati in vasca in corso d’opera si sono impegnati al massimo. Siamo migliorati, sia caratterialmente che tatticamente, ora dobbiamo continuare su questo percorso. Ho già la testa alla prossima settimana di lavoro, non c’è altra ricetta per costruire la vittoria e i miei giocatori lo sanno.”.

OLIVA: “PECCATO, ERA NOSTRA”. L’analisi del capitano della Rari Nantes Taranto, Valerio Oliva: “Sotto il profilo del gioco abbiamo fatto passi da gigante, dobbiamo solo migliorare dal punto di vista della convinzione nei nostri mezzi. Alla fine abbiamo portato a casa due parziali su quattro e uno lo abbiamo pareggiato. Ci manca un pizzico di cattiveria per affondare l’avversario quando è in difficoltà. Era una gara vinta, se avessimo avuto la convinzione di chiuderla prima non si sarebbero più ripresi. La sconfitta brucia, perché la vittoria era alla nostra portata.”.


TABELLINI

POLISPORTIVA POZZILLO - RARI NANTES TARANTO: 8-7 (1-2, 3-0, 3-3, 1-2)

POL. POZZILLO: Paternò, Cacciola (5), Randazzo, Mannino (1), Faro, Tagliaferri (1), Giardinieri. Parmessur (1), Leonardi, Arcidiacono, Morabito, Seminara, Boemi.
Allenatore: Salvatore Scebba

RNA TARANTO: Vettone, La Tartera (1), Chieco (3), Patti (3), Carucci, Conte I., Liuzzi. Conte I., Matarrese, Cantarella, Oliva D., Santovito, Oliva V.
Allenatore: Dusan Vidovic

Arbitro: Anaclerio

sabato 25 gennaio 2014

TARANTO - BISCEGLIE. I CONVOCATI DI MISTER PAPAGNI

Al termine della rifinitura mister Papagni ha convocato 21 giocatori per la sfida contro il Bisceglie:
PORTIERI: Marani, Masserano,
DIFENSORI: Riccio, Viscuso, Pulci, Caiazzo, Picascia, Miale, Grieco
CENTROCAMPISTI: Ciarcià, Caruso, Menicozzo, Muwana, Vivacqua, Fonzino, Carloto, D’Angelo
ATTACCANTI: Mignogna, Molinari, Clemente, Balistreri

FONTE : SPORTIVISSIMO
https://www.facebook.com/pages/Sportivissimo/505926546163206
-->

"DIGNITY REMOVED" RICOMINCIARE DA ZERO

  Un ministro della Repubblica Italiana, non dovrebbe entrare minimamente nel merito delle decisioni della Magistratura, specialmente se la stessa, rispettando naturalmente il Codice Penale, emette provvedimenti nella salvaguardia della salute dei cittadini e dell'ambiente. Forse qualsiasi esternazione di Banchieri Politici, Politici di carriera e Imprenditori Politici in questo delicato momento della vita sociale ed economica del territorio Tarantino, stona. Stona perché siamo in piena campagna elettorale. Stona perché i giochi televisivi di prestigio, cabaret di salotto e di piazza, non fanno più odiens.
       
-->
Basta con lo spolverio delle poltrone, dei dibattiti politici pilotati e degli spread in qualsiasi ora della giornata, i cittadini sono al delirio totale, al collasso economico e alla disperazione economica. Bisogna "Ricominciare da zero", lo dobbiamo fare per i nostri figli e poi per noi stessi, basta con la sudditanza psicologica. Rispettare il lavoro e l'ambiente, significherebbe ridare "dignity removed" all'uomo. Oggi manca appunto la "dignità che ci hanno tolto" senza appello. Speriamo che gli organismi superiori Costituzionali diano lustro e ci ridiano quello che non ci hanno mai dato i Banchieri Politici i Politici di carriera e gli Imprenditori Politici. Che ci ridiano almeno quello che prevede l' Art.1 della Costituzione Italiana nel rispetto dell'ambiente, che ci ridiano il lavoro. c.g.     
MONTEIASI24  http://giuseppecaroli.blogspot.it/2013/01/dignity-removed.html

MONTEIASI. LA NUOVA VIABILITA' DA E PER LA CITTADINA ALLA DEMOLIZIONE DEL PONTE

Quando sarà demolito il ponte come nella figura sottostante,
la viabilità alternativa "DA" e "PER" Monteiasi sarà così organizzata:

Usare il tutorial di google sottostante per viabilità dinamica.
-->   MONTEIASI24

DAL 2 AL 9 FEBBRAIO LA MADONNA DI LORETO A TARANTO

La Madonna di Loreto sarà a Taranto dal 2 al 9 febbraio 2014 presso la Parrocchia dello Spirito Santo, guidata da don Martino Mastrovito. L’evento, annunciato da una serie di manifesti affissi per tutta la città, ha come slogan la frase:“Bianca più della luna”. Le parole tratte dal popolare canto dedicato a Maria: “Dall'aurora tu sorgi più bella”, contrastano  con la sagoma scura della Madonna pellegrina.  

 “L’iniziativa è nata – spiega don Martino Mastrovito – di concerto con il consiglio pastorale, al termine dell’anno della Fede. Dopo il grande pellegrinaggio di Loreto ci siamo chiesti come continuare il percorso di riflessione sul “si“ di Maria che il nostro Arcivescovo ha posto alla nostra attenzione tra nuovi orientamenti pastorali. Abbiamo pensato ad una settimana  pregna di appuntamenti da vivere  principalmente in preghiera e grazie alla richiesta fatta da Mons. Santoro alla 

Penitenzieria Apostolica, sarà l’occasione di potersi riconciliare con Dio anche attraverso il dono dell’indulgenza Plenaria”.

Il programma dell’evento dedicato alla Vergine, comprenderà: S. Messe, Rosari, momenti di Adorazione Eucaristica e Catechesi Mariane, che si svolgeranno nella parrocchia dedicata allo Spirito Santo. Domenica 2 il simulacro giungerà dal cielo in elicottero, grazie all’Aeronautica, e sarà accolto da S.E. Rev.ma mons.  Filippo Santoro – Arcivescovo di Taranto -  dalla Aeronautica, di cui ella è protettrice e dalla sua fanfara, dai Cavalieri del Santo Sepolcro e da centocinquanta bambini vestiti da angeli, che richiamano la tradizione (secondo la quale le tre mura della casa nella quale avvenne il concepimento di Maria furono trasportate da angeli). Dalle ore 09.00 alle ore 12.30  ci sarà l’annullo filatelico a cura di “Poste Italiane”.

-->

Mons. Santoro presiederà la solenne celebrazione eucaristica delle ore 10.00. Nei giorni successivi è prevista la presenza di S. E. Rev.ma Mons. Benigno Luigi Papa giorno 5; di padre Ermes Ronchi, presbitero e teologo dell’ordine dei Servi di Maria, che conduce dal 2009 la rubrica Le ragioni della speranza all’interno del programma di cultura cattolica “ A sua immagine”. Lo stesso  celebrerà la S.messa giovedì 6 e al termine terrà una catechesi mariana. Il giorno successivo la Messa sarà presieduta da S.E. Rev.ma Mons. Giovanni Tonucci, Prelato del Santuario di Loreto. Il ricco programma prevede anche la visita della Immagine alla SVTAM  nella mattinata di lunedì 3, all’ospedale “SS. Annunziata” mercoledì 5, al 16° stormo di Martina Franca  - in occasione dell’insediamento del nuovo cappellano- nella mattinata di giovedì 6  e alla Casa Circondariale nella mattinata di sabato 8.

   La Madonna, che ha concepito il figlio di Dio per opera dello Spirito Santo, raccoglierà le preghiere, le speranze, i desideri e le richieste di aiuto della popolazione tarantina che, pur  oppressa da emergenze di vario tipo, è pronta però, in ogni momento, alla carità, alla solidarietà, al conforto, al sostegno.

 Ella, nel Santuario a Lei affidato, meta ogni anno di 9 milioni di pellegrini, protegge i resti delle tre mura che, secondo la tradizione, furono portate dalla Terra Santa in Italia. Ella, raccogliendo le richieste di intercessione, guarda amorevolmente tutti coloro che cercano la sua comprensione, il suo aiuto, la sua pieta’, il suo amore. Ella aspetterà, per una settimana, tutti i tarantini che vogliano fermarsi in raccoglimento nella Chiesa dello Spirito Santo.


Il legame con l’Aeronautica
Il legame tra l’Aeronautica Militare e la Madonna di Loreto risale ai primi decenni del XX secolo, quando la Vergine Maria cominciò ad essere venerata quale protettrice degli aviatori. Questa solennità mariana si ricollega alla tradizione  secondo la quale il sacello, venerato a Loreto, sia  la camera nella quale a Nazaret  Maria nacque, fu educata e ricevette l'annuncio angelico e dove la Santa Famiglia, di ritorno dall’esilio ha vissuto. Questo piccolo santuario biblico, caduto in mano dei musulmani, venne traslato prima a Tarsatto in Dalmazia (1291), poi nella selva di Recanati ed infine a Loreto nella notte tra il 9 e  il 10 dicembre del 1294. La credenza popolare ha attribuito alla ‘mano di angeli’ il trasporto a Loreto della ‘Santa Casa’.Tale evento viene oggi rievocato con la cosiddetta ‘Festa  della Venuta’, una serie di celebrazioni che si tengono ogni 10 dicembre.

venerdì 24 gennaio 2014

"SALTO NEL BUIO" 2° PUNTATA - 3° SERIE

-->

"DOMANDIAMOLO" LUNEDI C'E' PINO PITTACCIO

QUANDO ARRIVA L'ISPIRAZIONE? E COME NASCE UN'IDEA?. EL SHAARAWY

Con i nuovi Galaxy Note 3 e Galaxy Gear di Samsung puoi ispirarti e creare per vivere le tue passioni e "disegnare" la tua vita così come la vorresti, seguendo la linea dei tuoi sogni. Proprio come ha fatto Christof Innerhofer.
-->

QUANDO ARRIVA L'ISPIRAZIONE? E COME NASCE UN'IDEA. FEDEZ

Con i nuovi Galaxy Note 3 e Galaxy Gear di Samsung puoi ispirarti e creare per vivere le tue passioni e "disegnare" la tua vita così come la vorresti, seguendo la linea dei tuoi sogni. Proprio come ha fatto Fedez.
-->

QUANDO ARRIVA L'ISPIRAZIONE? E COME NASCE UN'IDEA. CAROLINA CRESCENTINI

Con i nuovi Galaxy Note 3 e Galaxy Gear di Samsung puoi ispirarti e creare per vivere le tue passioni e "disegnare" la tua vita così come la vorresti, seguendo la linea dei tuoi sogni. Proprio come ha fatto Carolina Crescentini.
-->

giovedì 23 gennaio 2014

"CUORI IN PIGIAMA" VENERDI 31 GENNAIO AL TEATRO ORFEO

Venerdì 31 gennaio un altro appuntamento nell'ambito della rassegna artistica 2013-2014 "Cuori in pigiama" di Iodice e Russo, regia di Renato Forte. Commedia in due atti. Teatro Orfeo inizio spettacolo ore 21,00. Info e prenotazione biglietti Box Office via Nitti 106/A tel 099.4540763. Posti numerati.
-->

mercoledì 22 gennaio 2014

"CE STE RID STUE'" LO SPETTACOLO DI ALDO SALAMINO E STEFANO ZIZZI

1° PARTE
2° PARTE
 3° PARTE
 4° PARTE
-->

200 ALBERI IN CITTA'. SI ATTENDE IL VIA DEL COMUNE

Sono ormai oltre 50 i negozi e le imprese joniche che, da settembre 2013, hanno deciso di associarsi a Made in Taranto ® con lo scopo di creare sinergie diffuse in grado di far fronte insieme ad un mercato sempre più complesso. Le aziende associate a Made in Taranto ® stanno dando vita a diversi progetti che le vedono coinvolte sotto forma di reti di imprese in svariate iniziative di carattere commerciale, strategico e programmatico.
In particolare, 15 negozi e imprese tra quelle associate hanno deciso di dare un segnale chiaro anche del proprio impegno a favore dell’ambiente con l’acquisto di dieci alberi di leccio alti 2 mt da piantare in una delle piazze della città.
Ecco  i nomi delle aziende che hanno acquistato gli alberi:
-->
L’associazione Made in Taranto ® ha così prontamente comunicato la lodevole intenzione all’assessore Cosa e alberi di leccioalla direzione ambiente del Comune di Taranto nei primi giorni del mese di Dicembre 2013. Ciò anche al fine di richiedere autorizzazione alla piantumazione nonché l’indicazione dei luoghi ove procedere, la tipologia di essenza e le relative caratteristiche.
A metà gennaio il Comune ha telefonato al Presidente dell’associazione Made in Taranto ® per comunicare parere favorevole, caratteristiche degli alberi e indicazione dei luoghi: altezza 2 mt, tronco 8/10, destinazione piazza Bettolo. 
L’associazione Made in Taranto ® è ora in attesa di una comunicazione ufficiale da parte dell’assessore Cosa per procedere alla piantumazione degli alberi acquistati.

BLIZ ANTICAMORRA. SEQUESTRATA LA MARIANO KELLER

Nuovo colpo di scena in Serie D. Stamane, all'alba, c'è stata una maxi operazione anti-camorra all'alba che ha visto le forze di carabinieri, polizia e guardia di finanza, coordinate dalla Direezione Nazionale Antimafia e dalla direzione distrettuale antimafia di Napoli, Roma e Firenze, effettuare un blitz anticamorra in Campania, Lazio e Toscana che ha portato all'arresto di 90 persone accusate di far parte del clan Contini e alsequestro di beni immobili e attività per 250 milioni di euro. Tra le società sequestrate anche laMariano Keller, sequestrata poiché, secondo la Dda, acquisita con denaro riciclato. Sequestrato anche il relativo centro sportivo, ubicato a Napoli e dotato di 5 campi di calcio e calcetto, due palestre e due bar, per un valore di due milioni di euro.
-->
Il centro sportivo viene addirittura considerato un luogo riservato agli incontri tra la famiglia Righi, in particolare Salvatore Righi, e gli esponenti del clan Contini. Le indagini dei carabinieri hanno fatto emergere anche l’attività illecita realizzata nel maggio 2009 da Salvatore Righi, e dal figlio Ivano, finalizzata alla realizzazione di unafrode sportiva in favore della squadra di calcio del Gallipoli, allora in Prima Divisione di Lega Pro. La gara in cui si sarebbe perpretata la frode sarebbe Gallipoli-Real Marcianise del campionato 2008-2009, prima di questa partita Salvatore e Ivano Righi, Giuseppe Giannini e Luigi Dimitri, allenatore e diesse all'epoca del Gallipoli, si mettevano d'accordo per consegnare la somma di cinquantamila euro a calciatori del Marcianise Michele Murolo, Massimo Russo ed altri elementi non identificati. La somma sarebbe servita per addomesticare il risultato in favore d salentini che poi hanno effettivamente vinto per 3-2 conseguendo così, grazie all’illecito, la promozione in Serie B. Tutti i soggetti coinvolti nella vicenda sono indagati per il reato di frode sportiva con l’aggravante della finalità mafiosa.
FONTE: http://www.notiziariocalcio.com/serie-d/clamoroso-blitz-anticamorra-sequestrata-la-mariano-keller-frode-sportiva-per-marcianise-gallipoli-52016

CULTURA EBRAICA A TARANTO. RADICI DI SPERANZA

Un grande evento domani 23 gennaio a taranto con due momenti:
ore 10 aristosseno piantumazione dell'ULIVO DA GERUSALEMME
ore 11 Salone degli Specchi , Palazzo di città a Taranto fORUM e fra l'atro la presentazione delle EPIGRAFI EBRAICHE presenti nel MARTA di Taranto,grazie alla preziosa collaborazione della Soprintenza e della Direzione del Museo
la cittadinanza è invitata ( si allega programma )
                                                 DIMENSIONAMENTO
La delibera regionale sul dimensionamento scolastico ancora una volta a parere del CQV non declina  un vero progetto SCUOLA sul territorio creando le condizioni per un raccordo con l'universiutà, il mondo del lavoro, l'internalizzazione.
-->
Diventa pertanto importante un momento alto di riflessione e approfondimento che il CQV intende avviare insediando un apposito gruppo di lavoro che dovrà preparare gli STATI GENERALI DELLA CULTURA del prossimo 20 marzo.
Una riflessione anche in relazione alla ventilata proposta di portare a quattro anni la scuola secondaria superiore e , nello stesso tempo , al passaggio delle competenze dalla Provincia ai Comuni .
In tale ottica dventa urgente un " tavolo fra Comune e Provincia di Taranto, allargabile ai vari Comuni" per esaminare sinergie e ottimale uoitilizzo degli edifici scolastici.
Per Taranto è questo un argomento da affrontare con urgenza anche in considerazione della proposta della Provincia di " depositare la prestigiosa biblioteca dell'Archita a RUTIGLIANO" ; una proposta da RESPINGERE con forza prevedendo l'utilizzo completo della Consiglio che potrebbe accogliere i prestigiosi volumi  in attesa del Palazzo degli Uffici.
Il CQV rivolge inoltre un appello pressante allla Regione affinchè emani il bando per l'istituzione a Taranto dell'ITS sulla logistica

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv