Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

mercoledì 29 febbraio 2012

IN PIAZZA AI TAMBURI CON CLORO ROSSO

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO



Oggi dopo il grave episodio dell'incendio in ilva io e altri ragazzi del cloro abbiamo deciso di chiamare un'assemblea pubblica per domani sera dopo le 20.00 al quartiere tamburi in piazza gesù divin lavoratore e iniziare a svegliare nel vero senso della parola il quartiere; oggi non riuscivo a guardare le mamme che nonostante la nube nera accompagnavano i figli al catechismo come se nulla fosse o quasi. Vi scrivo per un vostro parere ma sono convinto che sarete tutti d'accordo. Domani striscione e megafoni, si dibatterà tutti insieme. Speriamo tutti di essere in tanti.
Volevamo partire da stasera ma temevamo un flop. Diffonderò a breve su facebook a tutti i gruppi.
Saluti
Cesare Nachira

martedì 28 febbraio 2012

HIGLIGHTS R.S. CRISPIANO - GROTTAGLIE 1-2 (ALLIEVI REGIONALI)


FUMATA NERA E TOSSICA DALL'ILVA PER TARANTO

28 Febbraio 2012.
Alle 15 del pomeriggio l'Ilva oscura il rione Tamburi e buona parte della citta' di Taranto.
Le immagini, in presa diretta e senza manipolazione e montaggi supplementari, di TARAStv, documentano quanto successo oggi, uno scenario degno da GUERRA DEL GOLFO.
A voi il giudizio..... e' ancora possibile sopportare tutto cio'?.
Giovanni Maimone per TARAStv.

80° MINUTO - 18° PUNTATA

28 Febbraio 2012
A due giornate dalla fine dei campionati giovanili della provincia ionica, Fabio Ancona ospita in studio i Pulcini e i Giovanissimi dei DELFINI IONICI ed il calciatore della Beretti del Melfi Principe Lorenzoni.

LA LETTERA DEI VERDI AL SINDACO STEFANO

Riportiamo la lettera aperta di Gregorio Mariggiò (Ecologisti e Reti Civiche – Verdi Europei) al sindaco Stefàno che ha per oggetto la recente ordinanza sull’inquinamento Ilva.

“In riferimento alla sua ordinanza n°14 del 25 febbraio 2012, mi permetta di rivolgerLe alcune mie considerazioni. Queste Sue prescrizioni e osservazioni le avrebbe potute, anzi dovute fare, in sede di discussione Aia e invece non le ha mai presentate. Anzi, in quell’occasione ha, insieme ai suoi colleghi istituzionali, Florido e Vendola, gioito per la concessione, appunto, di tale Aia all’Ilva.
Aia che non ha tenuto conto delle gravi irregolarità evidenziate dal nucleo operativo ecologico dei carabinieri e riscontrate nel corso delle indagini e degli appostamenti riguardanti lo stabilimento dell’Ilva.
Aia, che ha dato la possibilità di inquinare ancora di più! Lei, caro Sindaco Stefàno, invece, in quell’occasione, si è mostrato felice e consenziente.
Tornando alla sua tardiva ed ambigua ordinanza, tra le altre cose (sembra più una mossa pre-elettorale), manca un ordine perentorio e preciso, i termini che utilizza (“lungo periodo”, “breve periodo”, “tecnicamente adeguato”) non impongono nulla di preciso. Ancora una volta ha mostrato il solito segnale, quello di chi non vuole assumersi, fino in fondo, responsabilità.
Ora, dopo questa Sua “uscita”, non ci venga a dire che è un primo passo per combattere l’inquinamento a Taranto, le stesse parole imbarazzanti usate per elogiare la truffaldina legge regionale, chiamata, impropriamente, anti-diossina”.

L'ILVA NON VA: IL NUOVO RAP DI CHAIN RAP


LA FOTO SHOCK DI WHITNEY HOUSTON MORTA

Whitney Houston morta nella bara National Enquirer
“Whitney: L’ultima foto”. Così il tabloid americano National Enquirer titola la prima pagina con uno scatto shock. La fotografia ritrae la Houston nella sua bara dorata, vestita con un abito viola, orecchini e una spilla di diamanti. Il giornale dichiara anche che la cantante aveva addosso gioielli del valore di 500mila dollari e pantofole d’oro ai piedi. Sul Web scoppiano le proteste dei fan.
L’agghiacciante foto è stata scattata da qualcuno che era presente alle esequie private di venerdì scorso. Non si sa chi possa aver rubato quel momento così intimo e comunque il proprietario della camera ardente ha dichiarato: “Ho parlato con la famiglia di quanto è accaduto e mi hanno chiesto di non rilasciare alcun commento sul fatto”.
Le reazioni sul Web alla pubblicazione delle foto sono state ferocissime e di sdegno.
I funerali si sono tenuti sabato scorso e hanno partecipato (tra gli altri) Mariah Carey, Oprah Winfrey e il coprotagonista del film cult “The Bodyguard”, Kevin Costner. Era anche presente l’ultimo fidanzato Ray J.
La Houston è stata trovata senza vita nella vasca da bagno, al quarto piano della suite al Beverly Hilton Hotel, alla vigilia dei Grammy Awards.
La causa ufficiale della morte non è ancora stata resa nota, in attesa degli esami tossicologici che potrebbero arrivare tra qualche settimana. Secondo alcune indiscrezioni sembra che un mix di droghe ed alcol sia stato fatale alla cantante.

LA CARTA DEGLI INTENTI DI "ARIA PULITA PER TARANTO"

E' la forza di un sogno che diventa realtà perchè Taranto può e deve vivere nonostante le logiche, storiche ed ancora attuali, di una politica interessata solo a se stessa e rappresentata dai tanti che, invece del coraggio, hanno mostrato ignavia e incompetenza nel governo della nostra splendida città.".

CARTA degli INTENTI

Noi, sottoscrittori della seguente CARTA DEGLI INTENTI, ci presentiamo ai Cittadini di Taranto invitandoli alla lettura di tale documento. Ci riconosciamo nei principi espressi e ne facciamo bandiera per proporre le nostre idee. Da tali punti imprescindibili partiamo per aprire una fase di progettualità attenta alle reali necessità dei Tarantini. Siamo aperti alla partecipazione di quanti si ritroveranno a condividere i nostri obiettivi: Aria Pulita da respirare, Aria Pulita nel governare, Aria Pulita nel parlare con la Gente.

ROSELLA BALESTRA

lunedì 27 febbraio 2012

VENTIQUATTRESIMO APPUNTAMENTO CON " A TUTTO SPORT"


Ventiquattresimo appuntamento con il contenitore sportivo ideato e realizzato dallo staff di TuttoSportTaranto.com e condotto in studio da Matteo Schinaia, con Fabio Ancona, Aldo Simonetti e Roberto Missiani
Si è concluso con un pareggio il big match tra Ternana e Taranto. Analizzeremo l'incontro con filmati, commenti, pagelle e con il parere dei tifosi a casa. Calcio giovanile: cos'è accaduto in questo fine settimana sui campi che hanno visto protagoniste le tarantine? Conosceremo meglio una splendida realtà della nostra terra, i Delfini Ionici. Domenica amara per la tarantine di serie D: il Grottaglie pareggia in casa contro il Trani, il Martina va ko dopo 14 turni a Brindisi. Tutto sulle altre realtà di calcio dilettantistico tra cui svetta il Palagianello vincitore del torneo di Terza Categoria. Ancora una vittoria per il Cras, stavolta a cadere è il Pozzuoli: continua la marcia vincente delle ragazze di coach Ricchini.
Ospiti in studio l'esperto di calcio giovanile Pierluigi Lorenzoni con suo figlio, il giovane talento Principe, il redattore di blunote.it Luca Pierri ed i Delfini Ionici
A TUTTO SPORT
ore 21.20, Tbm e Super7
PER INTERVENIRE IN DIRETTA, QUESTE LE COORDINATE:
sms: 3807421054
telefono: 0997302535

FIACCOLATA A TARANTO PER I MILITARI ARRESTATI IN INDIA

 Una fiaccolata nelle vie della citta' per chiedere la liberazione e il ritorno a casa di Massimiliano Latorre, il tarantino del battaglione San Marco che insieme al commilitone Salvatore Girone, di Bari, e' in stato di fermo da una decina di giorni in India accusato di aver sparato ed ucciso due pescatori indiani, scambiati per pirati intenti ad assaltare una nave mercantile italiana sulla quale i due maro' erano imbarcati con compiti di protezione e difesa. La fiaccolata e partitaalle 18.30 di ieri da piazza della Vittoria, a Taranto, ed ha attraversato le vie del centro.
  L'iniziativa di solidarieta' e' stata organizzata da un gruppo di amici di Massimiliano, che in questi giorni difficili stanno sostenendo la famiglia.
  .

IL SINDACO CHIEDE LA CHIUSURA DELL'ILVA PROVOCANDO ILARITA'


 Il sindaco di Taranto, Ippazio Stefano, ha firmato un'ordinanza sindacale con la quale impone all'Ilva di adottare una serie di provvedimenti per limitare o abbattere le emissioni nocive entro 30 giorni a partire dalla notifica dell'atto.
In caso di mancata osservanza, il primo cittadino chiede di sospendere l'attività. L'ordinanza fa seguito ad una lettera del procuratore della Repubblica di Taranto, Franco Sebastio, con la quale si informavano Regione, Provincia e Comune dei risultati della perizia chimica sulle emissioni inquinanti dell'Ilva disposta con incidente probatorio nell'ambito di un'inchiesta che vede Emilio e Nicola Riva e altri due dirigenti dell'Ilva indagati. Le ipotesi di reato sono quelle di disastro colposo e doloso, avvelenamento di sostanze alimentari, omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro, danneggiamento aggravato di beni pubblici, getto e sversamento di sostanze pericolose e inquinamento atmosferico. Il sindaco scrive nell'ordinanza che dalla perizia «si desumono elementi conoscitivi tali da destare particolare allarme» e che sussistono «le condizioni di eccezionale ed urgente necessità di tutela della salute pubblica e dell'ambiente».

L'ordinanza 
è stata pubblicata all'albo pretorio del Comune e notificata anche al ministero dell'Ambiente, all'Istituto superiore per la Protezione e la ricerca ambientale (Ispra), alla Regione Puglia, alla Provincia di Taranto, all'Arpa Puglia e alla Asl di Taranto, nonchè per conoscenza al Prefetto di Taranto, Claudio Sammartino, e procuratore della Repubblica di Taranto, Franco Sebastio. Nell'ordinanza il sindaco impone all'Ilva di procedere entro 30 giorni «alla installazione sul camino E312 dell'impianto di agglomerazione di un sistema di campionamento di lungo periodo», «di adottare idonee ed efficienti modalità di contenimento del sistema di scarico delle polveri abbattute dagli elettrofiltri a servizio del camino E312», «di avviare con immediatezza le attività finalizzate alla realizzazione, nel più breve tempo tecnicamente possibile, di adeguato sistema di abbattimento polveri relativo alle acciaierie», di procedere per l'area batterie al «completamento delle procedure operative e gestionali, finalizzate ad evitare o minimizzare le emissioni fuggitive». Da parte sua l'Ilva ha «obbligo di comunicare il crono programma entro 15 giorni e di aggiornare periodicamente l'ente». Il Comune chiede inoltre all'Ilva, sino all'adozione dei provvedimenti previsti dall'Autorizzazione integrata ambientale (Aia), «di limitare la produzione effettiva a non oltre 10 milioni di tonnellate annue». 

STEFANO DA L'ULTIMATUM ALL'ILVA, MA INTANTO ECCO L'OMBRA DI UN ALTRO INCENERITORE


A Taranto è in arrivo un altro inceneritore di rifiuti. È il quarto su cinque autorizzati in Puglia. Un record. Con la determina del 13 gennaio 2012, pubblicata sul bollettino ufficiale della Regione Puglia il 9 febbraio, si autorizza la costruzione di un inceneritore di rifiuti pericolosi e non pericolosi nella zona industriale, con capacità di smaltimento di 8.500 tonnellate l’anno, oltre a un impianto di stoccaggio. L’azienda che lo realizzerà è la Ecodi srl con sede legale in contrada Santa Chiara, nella zona industriale tarantina, che aveva richiesto le autorizzazioni il 21 ottobre 2010.Inceneritore
La determinazione esecutiva è firmata dal dirigente servizio ecologia della Regione Puglia, Antonio Antonicelli, che ne dichiara la conformità con il Piano di gestione dei rifiuti della Puglia, e dalla funzionaria del comitato regionale di Via (valutazione di impatto ambientale), Carmen Mafrica. Comune e Provincia di Taranto, che avevano potere di esprimere parere, anche negativo, al progetto, entro il 21 dicembre 2011, nonostante fossero stati sollecitati, hanno taciuto e così la Ecodi realizzerà l’impianto, che affiancherà un forno già esistente dell’azienda, e potrà bruciare rifiuti ospedalieri e sanitari in genere, ma anche urbani, derivanti da attività commerciali, da raccolta differenziata, scarti alimentari o prodotti agricoli.
Il nuovo inceneritore sarà ubicato tra la raffineria di Taranto Eni e l’acciaieria Ilva, a poco più di un chilometro dal rione Tamburi e dall’inceneritore pubblico di proprietà dell'Amiu, ancor meno dal cementificio Cementir autorizzato a bruciare cdr, e a qualche chilometro dall’Appia Energy di Massafra, inceneritore Cisa, che ha già inoltrato la richiesta per raddoppiare le sue linee.

TERREMOTO IN RUSSIA ; LA SCOSSA DURA 5 MINUTI


Nessuna vittima ne' gravi danni, per ora, sono stati rilevati in seguito alla scossa di terremoto di magnitudo 6,8 registrata nella Siberia sudoccidentale, ai confini della Mongolia, ad est della città di Kyzyl, ai confini con la Mongolia. Lo ha riferito il ministero per le situazioni di emergenza russo.
L'epicentro, secondo il ministero delle situazioni di emergenza, e' stato localizzato a circa 100 km a est di Kyzyl, nella regione siberiana di Tuva, ad una profondita' di 10 km. Stando agli ultimi dati del centro regionale dello stesso ministero, la magnitudo e' stata di 5,9 gradi della scala Richter.
La scossa, durata cinque minuti – dalle 15.19 alle 15.24 ora locale – e' stata avvertita dagli abitanti delle regione di Irkutsk e Omsk, della repubblica di Khakassia e del territorio di Krasnoiarsk: i vetri della finestre hanno tremato, i lampadari oscillato, oggetti sono caduti da mensole e scaffali. Il sisma e' stato sentito anche nella piu' grande centrale idroelettrica del Paese, quella di Sayano-Shushenskaya. Da due mesi, in questa parte della Siberia sono state registrate oltre 120 scosse.

domenica 26 febbraio 2012

SIGNOR SINDACO....E' MOLTO IN RITARDO...... LA LETTERA DI ROSELLA BALESTRA AL DOTT. STEFANO



"Signor Sindaco,
lei è davvero molto in ritardo rispetto a quanto avrebbe potuto fare e non ha fatto per tutelare la salute dei nostri figli.
Prescrizioni e osservazioni che avrebbe potuto, anzi dovuto fare, in sede di discussione Aia e che non ha mai fatto e ora, con questa ordinanza, è convinto di aver recuperato terreno.

L'ordinanza che ora emana (ottima mossa pre-elettorale) a noi non ci "incanta".

E' ancora il segnale di chi non vuole assumersi fino in fondo responsabilità e non voglia agire con determinazione e coraggio.

In tale ordinanza manca un ORDINE perentorio e preciso; il tutto è lasciato alla "buona volontà" del Gestore, buona volontà che sappiamo essere impregnata da "attese" "proclami" e "dinieghi".
Lei continua a esprimersi in termini aleatori e "morbidi" senza dare indicazioni CHIARE e precise quali convengono a un buon "padre di famiglia".

I termini che utilizza quali "lungo periodo""breve periodo", "tecnicamente adeguato"... non diconoNULLA e non IMPONGONO nulla di preciso.

Chi valuta cosa sia un lungo o breve periodo? Adeguato a cosa e a chi? 

Termini che lasciano intendere tutto e niente al tempo stesso, e che consegnano nelle mani dell'Ilva ancora "tempo", troppo tempo, un tempo che per noi è diventato  "pericoloso" per poterlo accettare ancora.

Lei continua ancora a parlare di "minimizzazione delle polveri fuggitive" e di "mitigazione degli effetti derivanti dalle emissioni inquinanti", pur consapevoli, lei in primis quale medico-pediatra, che non ci possono essere minimizzazioni o mitigazioni che tengano dinanzi ad emissioni che, come risulta dalla Perizia chimica disposta dalla Procura, hanno inquinato Terreni circostanti e contaminato pecore costrette a essere abbattute e che risultano essere pericolose per la salute dei lavoratori e della popolazione a ridosso dell'area industriale.


Come donna di questa Terra, mi sarei aspettata una mossa più forte, coraggiosa e coerente, tutte cose che certamente non mi aspetterò oltre.

Rosella Balestra


BRAVA ROSELLA..... TARAStv

MILAN - JUVENTUS ; MA QUANTE POLEMICHE


antonioconte
antonio conte
 La sfida scudetto Milan-Juventus finisce con il risultato di 1-1 con una lunga coda polemica. A far discutere è in particolare la mancata assegnazione di un gol di Muntari, centrocampista dei rossoneri: nel primo tempo, grazie a un suo colpo di testa, il pallone aveva superato la linea di porta avversaria, prima che Buffon respingesse il pallone. Ma il guardalinee non ha segnalato all’arbitro la realizzazione, lasciando proseguire il gioco.
La clamorosa svista (la sfera era dentro la porta almeno di un metro) è arrivata quando il Milan già conduceva per 1-0, in virtù del gol di Nocerino (con la complicità di Bonucci che ha deviato la conclusione)  al 15′. Insomma, il raddoppio avrebbe messo una seria ipoteca alla vittoria rossonera.
Il punteggio finale, invece, è di parità, grazie alla marcatura timbrata da Matri, subentrato nella ripresa a Quagliarella. L’ex attaccante del Cagliari ha siglato l’1-1 al minuto numero 83 dopo che in precedenza gli era stato già annullato un gol.
Il match è stato marchiato a fuoco da un primo tempo stellare del Milan con la Juve apparsa quasi una sparring partner, anche a causa di alcune scelte discutibili di Conte. Il tecnico ha puntato sul 3-5-2 con Borriello e Quagliarella di punta, ed Estigarribia esterno a sinistra. Nella ripresa è giunto il risveglio, grazie anche all’ingresso di PepeVucinic e Matri, e al ritorno al 4-3-3. Da segnalare, infine, che nella tensione finale è stato espulso Vidal per un brutto fallo fatto nei minuti finali.

SIGNOR SINDACO....E' MOLTO IN RITARDO...... LA LETTERA DI ROSELLA BALESTRA AL DOTT. STEFANO


"Signor Sindaco,
lei è davvero molto in ritardo rispetto a quanto avrebbe potuto fare e non ha fatto per tutelare la salute dei nostri figli.
Prescrizioni e osservazioni che avrebbe potuto, anzi dovuto fare, in sede di discussione Aia e che non ha mai fatto e ora, con questa ordinanza, è convinto di aver recuperato terreno.

L'ordinanza che ora emana (ottima mossa pre-elettorale) a noi non ci "incanta".

E' ancora il segnale di chi non vuole assumersi fino in fondo responsabilità e non voglia agire con determinazione e coraggio.

In tale ordinanza manca un ORDINE perentorio e preciso; il tutto è lasciato alla "buona volontà" del Gestore, buona volontà che sappiamo essere impregnata da "attese" "proclami" e "dinieghi".
Lei continua a esprimersi in termini aleatori e "morbidi" senza dare indicazioni CHIARE e precise quali convengono a un buon "padre di famiglia".

I termini che utilizza quali "lungo periodo""breve periodo", "tecnicamente adeguato"... non diconoNULLA e non IMPONGONO nulla di preciso.

Chi valuta cosa sia un lungo o breve periodo? Adeguato a cosa e a chi? 

Termini che lasciano intendere tutto e niente al tempo stesso, e che consegnano nelle mani dell'Ilva ancora "tempo", troppo tempo, un tempo che per noi è diventato  "pericoloso" per poterlo accettare ancora.

Lei continua ancora a parlare di "minimizzazione delle polveri fuggitive" e di "mitigazione degli effetti derivanti dalle emissioni inquinanti", pur consapevoli, lei in primis quale medico-pediatra, che non ci possono essere minimizzazioni o mitigazioni che tengano dinanzi ad emissioni che, come risulta dalla Perizia chimica disposta dalla Procura, hanno inquinato Terreni circostanti e contaminato pecore costrette a essere abbattute e che risultano essere pericolose per la salute dei lavoratori e della popolazione a ridosso dell'area industriale.


Come donna di questa Terra, mi sarei aspettata una mossa più forte, coraggiosa e coerente, tutte cose che certamente non mi aspetterò oltre.

Rosella Balestra


BRAVA ROSELLA..... TARAStv

sabato 25 febbraio 2012

TERNANA - TARANTO 1-1

di Matteo Schinaia

PRIMO TEMPO

2' - Antonazzo serve Sciaudone, il diagonale dell'ex Tritium viene bloccato da Ambrosi
3' - Ci prova anche Nolè, facile presa di Bremec
3' - I rossoblu sono partiti con grande piglio ed ottima personalità

4' - Rantier sfiora il gol su punizione
7' - Gol annullato alla Ternana: Litteri si crede Lucchetta e "schiaccia" con la mano in fondo al sacco
8' - Ripartenza veloce del Taranto, il traversone di Rantier si spegne sul fondo
15' - Rizzi e Nolè si "scontrano" tutt'altro che amichevolemente. L'arbitro fa finta di niente
17' - Nolè ci prova al volo, grande risposta di Bremec, che si ripete dopo pochi istanti
22' - Diagonale di destro di Mendicino, debole, si spegne sul fondo
25' - Miracolo di Bremec sulla conclusione ravvicinata di Carcuro
26' - Litteri di testa sfiora il gol
28' - GOL DELLA TERNANA - Sinigaglia porta in vantaggio gli umbri. Contropiede magistrale, Dianda serve magistralmente Sinigaglia che buca Bremec
34' - Sciaudone ci prova dai 20 metri, palla di poco alta
35' - Sciaudone-Mendicino-Chiaretti: il brasiliano spedisce di pochissimo a lato
39' - Prosperi ci prova dal limite, sinistro bloccato da Ambrosi
45' - FINISCE IL PRIMO TEMPO: TERNANA - TARANTO 1-0

SECONDO TEMPO


3' - Entrano Girardi ed Alessandro per Mendicino e Chiaretti
5' - Espulso Litteri per un folle fallo a centrocampo
10' - Espulso anche Sciaudone, Rantier spostato al centro
19' - Dianda prova a beffare con un pallonetto Bremec che rimane in porta e blocca in due tempi
27' - Conclusione di Danti dal limite dell'aria, di poco fuori
28' - Punizione di Miglietta, Pisacane non ci arriva
32' - Esce De Giosa, entra Fazio
35' - Pensalfini spreca clamorosamente nell'area piccola dopo una splendida azione di Alessandro sulla fascia sinistra
43' - Espulso anche Antonazzo per fallaccio su Docente
45' - GOL DEL TARANTO! Di Bari pareggia con una bella conclusione su spizzata di Girardi e deviazione di Di Deo
45' - Espulso anche Dionigi
45'+7 - Pisacane speca una facile ripartenza con una conclusione alta
45'+8 - FINISCE IL MATCH: TERNANA - TARANTO 1-1

DA TERNI GESTO DI SOLIDARIETA' PER TARANTO

RISULTATI E CLASSIFICA LEGA PRO PRIMA DIVISIONE GIRONE A 25 - FEBBRAIO 2012


Prima divisione - Girone A
PROSSIMA - 04/03/2012
 Taranto Pro Vercelli
24° GIORNATA - 25/02/2012
CarpiAvellino0 - 0
ComoPisa1 - 2
FoggiaTritium0 - 1
LumezzaneFoligno3 - 0
MonzaViareggio0 - 3
PaviaSpal1 - 0
Pro VercelliReggiana2 - 0
SorrentoBenevento2 - 0
TernanaTaranto1 - 1
CLASSIFICA - 24° GIORNATA
 Ternana52
  Taranto (-3)47
 Pro Vercelli43
 Sorrento (-2)42
 Carpi42
 Benevento (-2)35
 Lumezzane35
 Tritium33
 Avellino32
 Pisa30
 Foggia (-2)30
 Como (-2)30
 Reggiana (-2)27
 Monza21
 Spal (-4)19
 Viareggio (-1)18
 Pavia14
 Foligno (-4)13

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv