Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

giovedì 30 aprile 2015

"SIAMO IN SCENA GIOVEDI'" QUESTA SERA "IL MAGO ACOZ"


Commedia in un atto scritta e diretta da Andrea Ranieri
Il mago Acoz Arracanat  è un mago, illusionista, stregone e veggente egiziano che oltre ad apparire in televisioni locali dispensando consigli agli incauti telespettatori, si esibisce assieme alla moglie napoletana Maristella, evidentemente incinta al nono mese,  e al suo nuovissimo distratto aiutante Musad  che lo accompagnano in teatri di bassissimo livello del sud Italia. Per portare in scena lo spettacolo, il mago è costretto all'ultimo momento a sostituire il suo complice Mimmo, assentatosi improvvisamente, con Annetta, addetta alle pulizie del teatro. La cosa provoca un'imbarazzante situazione allorquando Mimmo, arrivando in ritardo e allontanato dal mago, inscena una lite con Annetta e, durante lo spettacolo, con  il Mago Acoz. Tale situazione provoca una serie di imbarazzanti momenti che costringono il Mago Acoz ad un continuo giustificarsi con il pubblico in sala e al misero fallimento dello spettacolo.

Regia: Andrea Ranieri
Interpreti: Andrea Ranieri, Maristella Schina, Anna Pica, Mimmo Fontanelli
Audio e luci: Gianmarco Passantino
Acconciature e trucco: Rita D’Agostino
Allestimento scenografico: Nicola Schina

"TG TUROLDO" 27° PUNTATA

Pino Pittaccio e Pasquale Strippoli ci svelano il Fine settimana al Teatro Tarantino.

mercoledì 29 aprile 2015

"SCIOPERO AL ROVESCIO" RIPARTIAMO DAI TAMBURI

La CGIL di Taranto, con le categorie FLAI e SPI, intende riproporre all'attenzione dell'opinione pubblica e delle istituzioni, il tema dell'ambientalizzazione e dell'occupazione (affermazione di due diritti fondamentali).
Lo sciopero "alla rovescia" rappresenta una forma inedita di mobilitazione sindacale che in questo caso specifico impegnerà lavoratori (forestali, operai agricoli e non solo, che devolveranno ore lavorative) in attività di pulitura e bonifica della piazza situata in via Parini, nel quartiere Tamburi e nella piantumazione di alberi dalle proprietà anti inquinanti (termine che tu avevi utilizzato). Nello specifico: 10 tamerici con proprietà anti inquinante del terreno e 10 pini con proprietà anti inquinante dell'aria.
I messaggi che intendiamo lanciare attraverso questa mobilitazione sono:
1) accelerazione sul processo di ambientalizzazione;
2) salvaguardia dell'occupazione esistente e opportunità di nuova occupazione attraverso l'impiego di manodopera per la "manutenzione" della città;
3) riconsegna di spazi importanti, attualmente degradati, a coloro che abitano il quartiere;
4) ricordare i compagni della CGIL, che vivevano nel quartiere, e che hanno pagato con la vita il prezzo dell'inquinamento (ogni albero avrà la targa in memoria dei compagni deceduti);
5) unire la società (mettendo in relazione lavoratori, pensionati, precari, disoccupati, operai della fabbrica e braccianti delle campagne) in difesa di diritti universali.

CGIL PUGLIA
CLICCA QUI SOTTO ED ACCEDI ALLA FOTOGALLERY DI FRANCESCO VACCARO

LA BREVE E MALEDETTA VITA DEL CANTANTE DI SALSA HECTOR LAVOE

Il compositore Domingo Quiñones ha detto: “Nell’opera si tratta di piangere e ridere perché così era la vita di Hector, non ebbe mai un equilibrio perfetto, non era mai neutrale, era o ridere per non piangere o piangere.

 Il 29 giugno del 1993, ancora quarantenne, muore Hector Lavoe, il più grande cantante di Salsa del mondo. Cinque anni prima si era gettato dal balcone di una stanza d’albergo riportando gravi disabilità che lo resero incapace di cantare. Si è discusso molto sul perché del disperato gesto suicida, sulla sua dannata vita, sulla sua morte. E’ il 7 maggio del 1987. Tito Junior, il figlio nato dalla storia con Nilda Roman, muore con un colpo di pistola mentre giocava con le armi insieme ad un amico. Il cantante Tito Nieves a tal proposito ebbe a dire: “Quello che lo distrusse, che gli uccise il cuore, fu la morte di suo figlio... Hector Lavoe fu presente in carne ed ossa, però la sua anima morì.” Chi è Héctor Juan Pérez Martínez, detto Lavoe, la voce? Il “John Lennon latinoamericano”? Hector ha avuto una vita tanto tragica quanto maledettamente straordinaria coinvolgendo nella sua parabola ascensionale (e viceversa) i più grandi protagonisti della grande cultura coreutica latina del pianeta, la Salsa. La sola figura artistica del cantante riempie intere pagine di musica latinoamericana. Anche se non è fuggito al suo destino, la vita lo ha condannato, per ogni grande successo c'è una tragedia dietro l’angolo ad aspettarlo. Nel 2002 Nilda Roman "Puchi", la moglie di Hector, viene intervistata per la realizzazione del film “El Cantante”, diretto da Leon Ichaso, pellicola dedicata alla vita dell’artista. Tralasciando la critica cinematografica più o meno graffiante, il film ha mostrato, con le immagini, uno spaccato di vita del cantante alle prese con la musica e la droga, con il sesso e l'alcool. Padre assente, marito infedele, eterno ritardatario. 
Una persona depressa, tossicodipendete, malato della musica che portò alla ribalta. Fu proprio un uomo così negativo? Durante gli anni settanta, un genere musicale chiamato Salsa, esplode per le strade di New York ed Hector diventa l’emblema del nuovo sound, infiamma la gente con la sua voce. Per poter mantenere la famiglia a Portorico, suo Paese natale, nei primi anni sessanta si trasferisce a New York, soprattutto per sfruttare la voce ereditata dalla madre morta quando era bambino. Qui conosce Willie Colon, già celebre trombonista, e comincia con lui una stretta collaborazione e di amicizia. Sono molti gli album che producono insieme tra il 1967 ed il 1973: “La gran fuga”, “Cosa nostra”, “Lo mato”, “El juicio”. Dal 1969 in avanti, l’etichetta newyorkese indipendente FANIA inizia a produrre i grandi artisti “latini”, Hector e Willie rientrano in questi progetti. Come ama ricordare “Puchi”, Hector riesce a riempire tutto il Madison Square Garden come pochi, ed ogni locale dove si esibisce è pieno all’inverosimile. La sua voce incanta, mette brividi, fa ballare. La gente lo ama, anche se lui non se ne rende conto. L’urbanizzazione delle città sudamericane, la forte alluvione migratoria dei “latinos” verso l’America e la conseguente nascita di ghetti metropolitani (i barrios) fanno della Salsa un fenomeno “de la calle” in cui Hector si muove bene in tutta la sua complicata esistenza artistica. Il cantante portoricano diventa pioniere nel ridefinire la musica latina in quegli anni. Lavoe, che ha la capacità di unire la tradizione sudamericana alla cosiddetta street music, non riesce alla fine a gestire gli ostacoli quotidiani e personali. La metà degli anni Ottanta, del resto, coincidono con il momento peggiore della sua vita: dalla morte di suo padre, a quella del figlio fino alla positività all'Aids. Dopo l'ascesa iniziale, la fama e il denaro, sprofonda nel male peggiore, la droga. Nonostante tutto il matrimonio continua. Hector Lavoe ha contribuito alla nascita e diffusione della salsa in tutto il mondo. Forse bisognava essere maledetti per inventare grandi sonorità. Certamente ha scelto la strada più breve, quella che conduce alla morte. Resta la sua storia, la sua musica ballabile che emoziona. Un genio sregolato che avrebbe meritato una sorte diversa.
                                                                                      MASSIMILIANO RASO

martedì 28 aprile 2015

"SIAMO IN SCENA GIOVEDI'" 1° PUNTATA

Il Reality Teatrale di TARASproduzioni.

Da un idea di Pino Pittaccio e' nato "SIAMO IN SCENA GIOVEDI' " il Reality che segue il grande concorso che si svolge al Teatro Tarantino.
SIAMO IN SCENA GIOVEDI' e' un Programma TARASproduzioni.
CONDUCONO: Pino Pittaccio e Loris Pellecchia.
REGIA: Giovanni Maimone

lunedì 27 aprile 2015

"SIAMO IN SCENA GIOVEDI' " MARTEDI 28 APRILE SU TARAStv

La prima puntata del Reality di TARAStv, vede protagonisti la Compagnia Teatrale IL LABORATORIO DI MIMMO FORNARO, che ,fuori gara , apre questa seconda edizione al Teatro Turoldo di Taranto.
Loris Pellecchia e Pino Pittaccio ci faranno scoprire tutti i retroscena, con interviste al pubblico e ai protagonisti.
SIAMO IN SCENA GIOVEDI' e un programma TARASproduzioni
CONDUCONO: Pino Pittaccio e Loris Pellexxhia
REGIA: Giovanni Maimone

domenica 26 aprile 2015

HERMES ACADEMY. CONTINUA IL PROGETTO "CUSTODI D'AMORE"

Continua il Progetto “Custodi dAmore”, partito con grande successo martedì 21 aprile e promosso dall’Associazione Culturale Hermes Academy Onlus – Arcigay Taranto, nellambito delle attività del Centro di Ascolto LGBTIQ, patrocinato moralmente dal Comune di Taranto e dall’Ufficio della Consigliera Provinciale di Parità. Esso prevede una serie di percorsi di valorizzazione degli anziani LGBTIQ, al fine di favorire l’accoglienza, l’ascolto, l’integrazione e la socializzazione e di migliorare la qualità della vita, dal punto di vista sociale e psicofisico, con uno sportello di ascolto e di orientamento contro solitudine, isolamento, non autosufficienza e difficoltà e con una serie di attività ludiche e culturali (speed date, tornei di carte, passeggiate in centro, spazi sulla salute, laboratori di scrittura creativa, di educazione alla teatralità, di teatro/danza) e iniziative in materia di servizi territoriali per over 65. Si tratta della prima iniziativa, a Taranto e nella Puglia, ad occuparsi del rapporto fra la terza età e il mondo LGBTQI.

Martedì 28 aprile alle ore 10.30 presso la Sala Didattica della Biblioteca Comunale Pietro Acclavio, già Palazzo della Cultura, in Via Salinella #31 a Taranto, si terrà un seminario di scrittura creativa e drammatizzazione tenuto dall’attore, scrittore e formatore Luigi Pignatelli. Molti degli uomini e delle donne over 65 che prenderanno parte all’incontro sono stati allievi dei laboratori di scrittura e drammatizzazione tenuti da Pignatelli presso la sede dell’ANTEAS e dell’Auser. I partecipanti compiono un viaggio fuori e dentro di sè, tramite esercizi di training, proiezioni, dibattiti, workshop di scrittura creativa e di recitazione, lezioni di improvvisazione e interpretazione, costruzione e prove per il saggio di fine corso. La partecipazione è libera e gratuita.
Per informazioni sui laboratori di scrittura, drammatizzazione, dizione tenuti da Pignatelli, contattare il +39 388 874 6670.

L’incontro rientra nella programmazione del Mese della Cultura delle Differenze, un mese di iniziative a Taranto e provincia, promosse dal 17 aprile al 17 maggio dall’Associazione Culturale Hermes Academy Onlus – Arcigay Taranto, con l’obiettivo di celebrare la cultura delle differenze, educare le nuove generazioni (e non solo) alla bellezza, alla diversità e allo sviluppo sostenibile, sensibilizzare giovani e meno giovani alla prevenzione e al contrasto a malattie sessualmente trasmissibili, a fenomeni di omo-trans-fobia, bullismo, razzismo, violenza di genere. La rassegna coinvolge numerosi istituti scolastici del territorio ionico e si concluderà il 17 maggio, con le manifestazioni legate alla Giornata Internazionale contro l’Omo-transfobia.

Per visionare il calendario completo delle iniziative promosse dall’Hermes Academy Onlus – Arcigay Taranto nella provincia di Taranto ed oltre, consultare il sito www.hermesacademy.blogspot.it

INGLESE? NO GRAZIE... SONO TARANTINO. LA FOTOGALLERY DI ALESSANDRA FORNARO

TUTTI I DIRITTI RISERVATI AD ALESSANDRA FORNARO

MASSAFRA. AL VIA IL 3° CONCORSO FOTOGRAFICO DELLA MADONNA DELLA SCALA

L’Associazione Fotografica “Grandangolo” e il Comitato Festa patronale Madonna della Scala, in occasione della festività della Madonna della Scala Patrona di Massafra, organizzano il 3° Concorso fotografico “Madonna della Scala – riti, celebrazione e festeggiamenti”.

Scopo del Concorso è quello di rendere omaggio alla Madonna della Scala mediante arte fotografica,
stimolando il protagonismo dei fotoamatori, promuovendo il territorio massafrese attraverso le immagini che ritraggono la Patrona della Città.



 La partecipazione è aperta a tutti, a partire dall’età di 11 anni mediante il modulo scaricabile dalla pagina facebook dell’Associazione Grandangolo o ritirandolo presso l’ Ufficio Turistico del Comune di Massafra sito in via Caduti della Nave Roma, entro e non oltre il 12 Maggio 2015, tutti i giorni durante gli orari di ufficio.
Il concorso è riservato a due categorie: Istituti scolastici della città di Massafra e a singoli fotoamatori e amanti della fotografia.

Per la categoria Scuole la partecipazione è fissata con un numero di 15 foto per istituto.
Per la categoria Fotoamatori la partecipazione è fissata con un numero massimo di 3 foto.
Per i partecipanti che non abbiano ancora compiuto il diciottesimo anno di età, servirà la firma di un genitore o di un tutore.


Premi: Categoria scuole. Targa premio per i primi 3 istituti classificati e gadget per i giovani partecipanti. Categoria fotoamatori. Targa premio a primi 3 classificati e gadget.


Meccanica operativa:
Le foto potranno riguardare tutti i momenti delle processioni, compresi i festeggiamenti religiosi e civili, e i momenti preparatori. 
Non saranno ammessi fotomontaggi, doppie esposizioni, solarizzazioni, filtri digitali o ritocchi digitali, salvo lievi correzioni di colore, contrasto o esposizione.
 Con la partecipazione al concorso, gli autori si obbligano a cedere la proprietà delle foto e i diritti d’autore all’Associazione Grandangolo, che le potrà mettere a disposizione del Comitato Festa Madonna della Scala autorizzandola alla eventuale pubblicazione sull’annuario 2016 a titolo gratuito. Le fotografie dovranno essere inedite e dovranno riferirsi unicamente ai festeggiamenti dell’ edizione 2013.
 Le fotografie in cui compaiono singole persone protagoniste della foto (soggetti particolarmente riconoscibili, come ritratti di singoli, minori ecc.), dovranno essere corredate da liberatoria firmata dai soggetti coinvolti scaricabile.
Saranno accettate fotografie stampate in formato cartaceo di dimensione 20×30 , corredate di Cd contenente i file, in alta risoluzione, delle foto stesse.
Si riunirà una Giuria qualificata, composta dal direttivo dell’Associazione Grandangolo e da membri esterni ed esperti del settore.

La Giuria valuterà le immagini sulla base della creatività e della qualità fotografica. 
La Giuria nominerà i tre vincitori, più eventuali altre menzioni speciali, a suo insindacabile giudizio. La Giuria si riserva di non accettare quelle immagini la cui realizzazione si presume possa arrecare danno agli Organizzatori e di assegnare i premi secondo il suo giudizio tecnico e culturale.
 I vincitori saranno contattati ai recapiti dai medesimi indicati nella scheda di partecipazione. 
In caso di vincitori non rintracciabili, sarà revocato il premio assegnato per insussistenza dei requisiti essenziali per la partecipazione al Concorso.
 In tal caso, subentreranno i nominativi individuati dalla Giuria come riserve, nell’ordine da essa stessa definito.
 L’autore di ciascuna fotografia inviata dichiara e garantisce agli Organizzatori:
- di cedere la proprietà e i diritti di autore delle foto all’Associazione Grandangolo;
- di essere il titolare esclusivo e legittimo di tutti i diritti di autore e di sfruttamento, anche economico, di ciascuna fotografia;
- di aver acquisito da terzi legittimati tutti i diritti d’immagine per quanto ritratto;
- di essere responsabile del contenuto delle proprie opere, manlevando e mantenendo indenne gli Organizzatori da qualsiasi pretesa e/o azione di terzi e sarà tenuto a risarcire Il Comitato Festa Madonna della Scala e l’Associazione Grandangolo da qualsiasi conseguenza pregiudizievole, ivi incluse eventuali spese legali, anche di carattere stragiudiziale, che dovessero subire in conseguenza della violazione di quanto sopra indicato.
Partecipando al Concorso, l’autore di ciascuna fotografia concede, a titolo gratuito, all’Associazione Grandangolo il diritto esclusivo di pubblicare le immagini inviate sugli stampati inerenti la premiazione, su supporti informatici o per esposizioni promozionali del Concorso stesso, nonché in occasione di mostre o eventi nazionali e internazionali promossi dagli Organizzatori ovvero con il loro patrocinio e/o partecipazione, con l’unico onere di citare l’autore delle fotografie.
La cessione qui regolata è a titolo gratuito anche in considerazione dell’effetto promozionale che ricadrà sulle fotografie inviate e sull’autore delle stesse.
 La partecipazione al Concorso implica, da parte del partecipante, l’accettazione incondizionata del presente Regolamento.
 Per qualsiasi controversia sarà competente il Foro di Taranto.
Per informazioni: grandangolo.massafra@yahoo.it


sabato 25 aprile 2015

GLI OPERAI DELLA PASQUINELLI. "NON VI PERMETTEREMO DI BUTTARCI IN MEZZO AD UNA STRADA"

FOTO: Una lavoratrice della pasquinelli salita sul nastro durante il blocco


Mercoledì hanno improvvisamente fermato il nastro dell'impianto di selezione e questa mattina gli operai della pasquinelli erano in sciopero, indetto dallo Slai cobas sc, e in presidio sotto il Comune.


Al presidio e poi all'incontro con l'Ass. Cosa e il pres. dell'Amiu e l'ing. Natuzzi, gli operai hanno portato tutta la loro rabbia, contro i licenziamenti annunciati, a sorpresa, dalla coop. L'Ancora per tutti i 23 operai, lì dove invece negli incontri precedenti si trattava per migliorare, ampliare il servizio e dare finalmente stabilità ai lavoratori, dopo due proroghe.
Come ha detto una lavoratrice all'incontro: abbiamo dato in questi anni la nostra salute per questo lavoro, tuttora lavoriamo costantemente sotto rischio di amianto, di pungerci con siringhe piene di sangue (vedi foto sotto di un lavoratore che è dovuto andare per la seconda volta al pronto soccorso), di toccare materiale tossico, di avere dolori alle braccia, spalle, ecc., e ora ci volete buttare in mezzo ad una strada!?... NON VE LO PERMETTEREMO!!
La lotta e la forte denuncia dei lavoratori ha costretto oggi Comune e Amiu a prendere degli impegni precisi:
nessun lavoratore sarà licenziato
tutti i 23 lavoratori rientreranno contemporaneamente nel nuovo appalto, indipendentemente se resta la stessa ditta o viene una nuova
se ci fossero problemi di tempi tra la fine di questo appalto, il 5 maggio e il nuovo, vi sarebbe comunque continuità del lavoro e gli operai non perderebbero nè un giorno nè un ora di lavoro.

Ma, chiaramente non bastano gli impegni a parole, ci vogliono passi concreti e precisi.
Non solo. restano tutti i problemi di prima: carico di lavoro eccessivo, necessità del terzo turno e incremento di personale, problemi di sicurezza e di salute.

Per questo i lavoratori hanno deciso di continuare lo stato di agitazione; il 28 aprile si riuniranno alle 18,30 nella sede slai cobas per decidere nuove mobilitazioni, e si preparano alla nuova giornata di lotta del 4 maggio, giorno di apertura delle buste della nuova gara d'appalto. 


FOTO: Un lavoratore pasquinelli mostra il referto del 
pronto soccorso. In pochi giorni per la seconda 
volta si punge ad una siringa infetta


http://tarantocontro.blogspot.it/

"DITEMI CHI E' PAPA'" SOLD OUT AL TEATRO TUROLDO

Tutto esaurito Venerdi' 24 Aprile al Teatro Turoldo di Taranto.
Era in scena la Compagnia Teatrale "LA ROTAIA" con "Ditemi chi e' Papa'.
Due ore di puro divertimento hanno scandito la serata ,facendo divertire il numeroso pubblico presente in sala.

"25 APRILE" IL RICORDO IN PIAZZA DELLA VITTORIA

Il ricordo della Liberazione in Piazza della Vittoria nelle foto di Francesco Vaccaro.

PER GUARDARE LA FOTOGALLERY CLICCA SULLA FOTO

giovedì 23 aprile 2015

GROTTAGLIE - TARANTO NELLE IMMAGINI DI FRANCO CAPRIGLIONE

CLICCA SULLA FOTO ED ACCEDI

"TG TUROLDO" 26° PUNTATA

Quello che ci aspetta al Teatro Turoldo di Taranto il 25 e 26 Aprile 2015
Tg TUROLDO e' un programma TARASproduzioni
CON: Pino Pittaccio e Pasquale Strippoli
REGIA: Giovanni Maimone

OLTRE LA XYLELLA, LA STRADA DELLA SVOLTA CON L'OLIO IGP PUGLIA

A Crispiano, in provincia di Taranto, il 24 aprile nel corso di un incontro pubblico si metteranno le basi per l’istituzione di una Indicazione Geografica Protetta per l’olio pugliese. L’obiettivo: rilanciare la propria produzione olearia regionale attribuendole un valore commerciale più elevato

Forse è giunto il tempo di non piangersi più addosso. Sono anni che a parole si finge che tutto vada bene ma poi a emergere sono soltanto gli aspetti critici: la scarsa remunerazione di chi produce olio, la fuga delle olive e dell’olio verso altre destinazioni, ad arricchire aziende di altri territori, e poi negli ultimi mesi a tener banco è il fenomeno Xylella fastidiosa. C’è come una luce negativa che sta attraversando il comparto olivicolo e oleario pugliese, una sorta di rassegnazione; ed è proprio per reazione a questo atteggiamento che ci sarà venerdi 24 aprile, alle ore 17, nella città di Crispiano, in via Taranto 3 b, un incontro presso la sede dell’Oleificio Sociale Crispiano, una cooperativa agricola Acli.



Il convegno ruota intorno al tema "Oltre la Xylella. La Puglia si rilancia con l’Olio Igp Puglia". Si tratta di un incontro, a cura del Comitato promotore “Olio Igp Puglia”, che serve a porre le basi per dare corso a una iniziativa corale, che parta dal basso, necessaria per giungere al riconoscimento di una Indicazione Geografica Protetta per l’olio pugliese, in modo da restituire dignità, valore e reddito alle produzioni olearie della regione, le cui attestazioni di origine esistenti (Dop Terra di Bari, Dop Dauno, Dop Terra d’Otranto, Dop Colline di Brindisi e Dop Terre Tarentine) non hanno consentito finora di creare. Ma la IGP non vuole porsi in contrapposizione alle DOP ed anzi rappresenterà il “mezzo” per il loro rilancio nonché definitiva affermazione.
Interverranno, oltre al sindaco del Comune di Crispiano Vito Egidio Ippolito e all’assessore alle risorse agroalimentari della Regione Puglia Fabrizio Nardoni, il presidente Oleificio Sociale Crispiano Franco Serio, e, soprattutto Massimo Occhinegro, uno tra i massimi esperti di marketing internazionale degli oli da olive, e promotore sin dal 2004 dell’idea di una Igp Puglia.

Ci sarà inoltre Giorgio Cardone, direttore di Chemiservice, Francesco Caricato, direttore del centro culturale Casa dell’Olivo, e l’oleologo Luigi Caricato, direttore di Olio Officina Magazine, il quale coglierà anche l’occasione per presentare il volume, fresco di stampa per Mondadori, Atlante degli oli italiani.

“Siamo chiamati a una svolta”, sostiene Massimo Occhinegro. “La produzione olearia pugliese – prosegue – pur dominando la scena nazionale, incide poco, e soprattutto non quanto dovrebbe. C’è un eccesso di frammentazione, quando occorre invece accentrare l’offerta ed essere i protagonisti assoluti della scena”.

“La produzione olearia pugliese – conclude Massimo Occhinegro – «viaggia» in altre regioni, diventando prodotto italiano, «foraggiando» le altre regioni, e in particolare quelle che possono «promuovere» la propria regione agli occhi del mondo con un’azione di marketing concentrato e non disperso come invece accade in Puglia. Non è forse il caso di reagire?”

mercoledì 22 aprile 2015

TARAStv... CHI LA FA , SEI TU

Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto.
Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione......
TARAStv e' parte della Taranto che cambia......
Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it
TARAStv... chi la fa sei Tu !!
www.tarastv.it

martedì 21 aprile 2015

"SIAMO IN SCENA GIOVEDI'" TUTTO PRONTO PER IL REALITY AL TEATRO TUROLDO

Sta per prendere il via, nella città dei due mari, la rassegna-concorso fra compagnie teatrali dal titolo “Siamo in scena giovedì” al teatro “Padre Turoldo” di Taranto.
 Sette compagnie teatrali amatoriali, iscritte a una delle associazioni nazionali riconosciute dallo Stato, presenteranno atti unici comici della durata massima di sessanta minuti (pena esclusione) nei quali è previsto l’inserimento, come comparsa, di almeno due spettatori tra il pubblico della serata.
 Il regista, o chi per lui, li renderà partecipi dello spettacolo nei trenta minuti precedenti la messa in scena.
 Il tutto con riprese televisive prima, durante e dopo lo spettacolo, i dietro le quinte, le interviste a compagnie e pubblico che sarà il giusto condimento da miscelare in una sorta di “reality” che farà parte della produzione dell’emittente web TarasTv.
Da un’idea del comico Pino Pittaccio e con la magistrale direzione artistica del professor Pasquale Strippoli, attore e scenografo, per il secondo anno si materializza lo spettacolo in cui si può essere protagonisti e vivere l’emozione di essere attore per una sera.
 Dal 23 aprile per otto giovedì consecutivi il pubblico potrà assistere ad una serie di divertenti  momenti teatrali, tutti coinvolgenti e delle migliori compagnie teatrali amatoriali che si sono alternate in questa stagione artistica.

A condurre lo spettacolo Pino Pittaccio con la bravissima Loris Pellecchia che avrà il compito non facile di “curiosare” nel backstage, intervistare a caldo i protagonisti, far conoscere gli attori.
 La giuria tecnica, che ha il compito di valutare attentamente ogni passaggio artistico, è composta da nomi autorevoli del mondo dello spettacolo e della cultura.
 Il critico d’arte e presidente di giuria Giovanni Amodio; la giornalista Alessandra Ortuglio: l’attore e regista Antonio Spagnulo; il responsabile marketing Pascar group Carmine Passarelli; il maestro e Critico del Giornaledelladanza.com Massimiliano Raso.
 Avrà l’incarico di assegnare una borsa di studio al miglior lavoro e numerosi altri importanti premi tra cui per la miglior regia, il/la miglior attore/ attrice protagonista, per il miglior attore/attrice giovane.

Con la regia di Giovanni Maimone e TARAStv MediaPartner, si parte giovedì 23 aprile, dunque, con la compagnia teatrale “Il Laboratorio di Mimmo Fornaro” vincitori della prima edizione 2014 con lo spettacolo “Apriamo così”.

 Informazioni:
Teatro “Padre Turoldo”, via Laclos, Taranto,
Da Giovedì 23 aprile 2015
Ingresso ore 20.30
Cell.3311463797

                                                                                                          Massimiliano Raso

"FIORI D'ARANCIO 2015" IL REPORTAGE DI TARAStv

"FIORI D'ARANCIO 2015".
Tutto quello che puo' servire alla coppia in procinto del matrimonio.
L'evento che si e' tenuto al Park Hotel di Taranto, organizzato da IMPERATOR FASHION, Agenzia di moda e servizi, ha riscosso un grande successo.
TARAStv era presente con Loris Pellecchia che ha intervistato i protagonisti.

venerdì 17 aprile 2015

"INGLESE? NO GRAZIE... SONO TARANTINO" LA PRESENTAZIONE

Sabato 18 e Domenica 19 Aprile torna a farci sorridere la Compagnia IL LABORATORIO DI MIMMO FORNARO ,con il nuovo spettacolo.
Mimmo Fornaro ci presenta i componenti e ci da appuntamento al Week - end del Teatro Turoldo di Taranto.

"NUTRIZIONE, VIE ENERGETICHE E MOVIMENTO" LA CAMPIONESSA MONDIALE ANTONELLA LIZZA SI RACCONTA

FOTO: MAX PALMIERI

Antonella Lizza è fitness e body builder. 11 titoli mondiali per il Bodybuilding e il Fitness, l’ultimo vinto nel 2014 (campionessa Mondiale IBFA master in carica). Formatrice professionista e trainer, anche su web con il programma THE BODY di www.itvrome.it e gli e-book on line su www.ebooksitalia.com. Oltre 30 anni di carriera nel settore con eventi di moda, spettacolo, TV, radio, cinema, articoli, libri, eventi.


Antonella quando e come mai ha scelto questo sport quasi prettamente maschile?

L’ultimo anno del liceo mi iscrissi in palestra per fare un po’ di movimento, parliamo di parecchi anni fa, le parole “fitness” e “wellness” non esistevano, le sale pesi erano frequentate solo da uomini, e dove mi allenavo io i giorni dispari erano solo donne e i giorni pari solo uomini, noi ginnastica a corpo libero, loro attrezzi. Poi per caso o per sbaglio sono entrata in quella sala e non ne sono più uscita. Nel 1983, allenandomi con i pesi un solo giorno a settimana, ho esordito nella prima gara al campionato centro Italia Fiacf ottenendo il 3° posto e nel 1984 sono diventata la prima Campionessa Laziale di bb della Ifbb.
Non ho mai pensato, però, che fosse uno sport maschile, anzi, lo vedevo, se inquadrato in certi parametri, molto adatto a esaltare caratteristiche femminili attraverso i muscoli. Comunque all’epoca era malvisto, probabilmente precorrevo i tempi perché oggi siamo abituati a questo genere di estetica e, salvo casi veramente estremi, piace sia agli uomini che alle donne.

Chi era Antonella prima di avvicinarsi al bodybuilding?

La stessa persona prima e dopo, stavo finendo il liceo classico e poi ho continuato con la Laurea in Giurisprudenza. Gareggiavo da single e ho gareggiato da sposata. Vinto mondiale senza figlio, vinto mondiale con un figlio, credo di aver trovato nel BB una espressione naturale di caratteristiche mie proprie, sia a livello di carattere, che di mondo relazionale, che di consapevolezza corporea (da piccola facevo danza classica e ginn. Ritmica); probabilmente questo è il motivo per il quale lo faccio da oltre 30 anni con immodificata passione e piacere.

Che cos'è per te lo sport?

Un gioco divertente, una pratica psico fisica di rapporto con me, una bella abitudine, un metodo per rimanere attiva e giovane come atteggiamento verso la vita, un campo professionale appagante.

Quanto tempo bisogna allenarsi in media settimanale?

Un ora tre volta a settimana è una buona pratica adatta a tutte le età e condizioni; importante farlo bene e soprattutto inserirlo in un contesto di vita attiva dove si seguono alcune linee guida chiave .

I benefici di svolgere uno sport.

Scarichi lo stress, mantieni più efficienti le funzioni vitali, ti diverti, stimoli ormoni che aiutano il buonumore, puoi avere un aspetto più vicino a quello che ti piace, può essere un momento di socializzazione e conoscenze, a livello competitivo stimola a tirare fuori il proprio potenziale, è gratificante mettersi alla prova, insegna (anche in modo inconsapevole) ad affrontare la vita in un modo proattivo. 
Quali consigli puoi darci per star bene con il corpo (e con la mente)?

 Ridere; non prendere troppo sul serio ogni cosa; non sottovalutare l’importanza delle piccole cose che spesso sono le uniche che fanno la differenza.

 Se dico San Benedetto del Tronto cosa mi rispondi?

Passeggiata sul mare? Dicono è molto bella e pensare che non ci sono mai stata! Sono curiosa.

 Parliamo, dunque, dell'evento nazionale Federitalia che ti vede protagonista, nel tuo campo, il 26 in questa bella località italiana.

Affrontero' alcune tematiche sportive legate all'esercizio fisico. In base al tipo di sport e attività fisica che si fa la nutrizione può darti il 50% del risultato. Un atleta, un ballerino, uno sportivo amatoriale, una persona sedentaria cosa hanno in comune e cosa cambia per avere più energia, recupero, forza? Il seminario è aperto a professionisti e semplici appassionati, la nutrizione è una delle strade essenziali per il benessere, non interessante solo per chi fa sport ma per chiunque voglia vivere meglio, l'esperienza degli sportivi è un bacino di prova di eccellenza che permette di veicolare verso tutti esperienze concrete e studi scientifici.

 Cosa vorresti fare in futuro che non hai ancora realizzato? 

 C’è già un progetto futuro non troppo lontano a Roma 5,6,7 giugno ed è il Federitalia Fitness Village, una palestra all’aperto sul laghetto dell’Eur evento clou della Fiera internazionale del benessere. Lezioni, show, informazione, svago, il fitness visto sotto più dimensioni. Io stessa sono li come responsabile del settore ma anche come trainer e testimonial.

 Un sogno nel cassetto ce l'hai? 

 Lavorando nello spettacolo mi hanno insegnato che i sogni non vanno svelati altrimenti porta male.

 Concludi l'intervista con un messaggio.

 In tema di sogni, un messaggio a non ascoltare i giudizi delle persone, anche chi ti vuole bene a volte ha solo una sua visione e non bisogna farsi condizionare. Non bisogna fare quello che accontenta gli altri, magari con il buon intento di non farli soffrire, perché alla fine rinunciando a quello che fa parte della nostra natura soffriamo noi o non possiamo dare al meglio a chi ci è vicino.
Amo molto una frase di A. Einstein che rappresenta pezzi della mia vita: “la struttura alare del calabrone non è adatta al volo, ma lui non lo sa è vola lo stesso”.

 Massimiliano Raso

 Informazioni: ANTONELLA LIZZA Responsabile Nazione del Settore Fitness e Benessere di FEDERITALIA
 Per ulteriori dettagli consultare il sito: www.federitalia.it
 Workshop il 26 aprile viale dello sport 64

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv