Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

giovedì 25 settembre 2014

"UN CUORE NORMALE" AL CINEFORUM LGBTIQ

Si chiude la quinta edizione della kermesse di Arti Sceniche, Visive e Letterarie “Hermes on Streets Summer’s Festival”, promossa, dal 27 maggio al 27 settembre, dall’Associazione Culturale Hermes Academy Onlus, in collaborazione con la ProLoco di Taranto e numerose altre associazioni. Nell’arco di diciotto settimana, attraverso mostre di arte visiva, reading, recital, proiezioni, lectio magistralis, presentazioni di libri, escursioni, happening e concerti, ha celebrato l’estate tarantina, con la finalità di riscoprire, valorizzare e conservare la memoria storica locale, educare le nuove generazioni (e non solo) alla bellezza, alla diversità e allo sviluppo sostenibile.

Venerdì 26 settembre, l’Associazione Culturale Hermes Academy Onlus – Arcigay Taranto invita i propri soci presso la sede in Via Pupino #90, nel cuore del borgo umbertino di Taranto, dove a partire dalle ore 21.00, per il ciclo “Cineforum” dedicato alle tematiche LGBTIQ, verrà proiettato in lingua originale con sottotitoli in italiano “The Normal Heart”, film per la televisione del 2014, diretto da Ryan Murphy, basato sull’omonima opera teatrale del 1985 diLarry Kramer. Gli interpreti principali del film sono Mark Ruffalo, Julia Roberts, Matt Bomer,Taylor Kitsch, Jim Parsons e Alfred Molina. Nel cast inoltre è presente Joe Mantello, che per anni ha interpretato il ruolo di Ned Weeks a teatro.
La partecipazione alla proiezione è libera e gratuita. Occorre però prenotare al +39 346/6226998.
-->
Mai visti tanti importanti attori gay insieme in un film: Matt Bomer, Jim Parsons, Jonathan Groff, Denis O’Hare, Stephen Spinella, Joe Mantello e BD Wong, reclutati dal regista gay Ryan Murphy insieme all’autore e sceneggiatore gay Larry Kramer. Film prodotto dalla società Plan B Entertainment di Brad Pitt (uno degli attori più gayfriendly di Hollywood), tratto dall’omonima opera teatrale di Larry Kramer, vincitrice del Tony Award, che ne ha scritto anche la sceneggiatura. I diritti cinematografici (acquistati in un primo tempo da Barbara Streisand che ha dovuto abbandonare il progetto per divergenze con Kramer) sono stati acquistati nel 2010 da Ryan Murphy (Glee, American Horror Story) che ha dichiarato: Per molto tempo siamo stati sordi e cechi davanti alla tragedia dell’Aids mentre stava diventando una pandemia mondiale. La potenza e l’ammonimento di questa terribile storia è che, in qualche altro modo o forma, potrebbe un giorno ripetersi. Il film racconta la storia di persone che hanno combattuto e sono morte per i diritti civili, che oggi la comunità gay possiede. Molti giovani di oggi non hanno idea dell’inferno che tanti fratelli e sorelle hanno dovuto attraversare.
Il film racconta le storie di diversi personaggi costretti a confrontarsi con l’insorgere dell’Aids nei primi anni ’80 a New York. La storia principale è quella di Ned Weeks (Mark Ruffalo) che si trova ad essere testimone dei primi misteriosi decessi di tante persone della comunità gay. Si impegna attivamente, insieme al suo compagno Felix Turner (interpretato da Matt Bomer, il quale per il suo ruolo ha dovuto perdere 18 kg), perché la gente apra gli occhi sul terribile fenomeno all’epoca ritenuto, a torto, una piaga della comunità omosessuale. Decisivo il suo incontro con la dottoressa Emma Brookner, unico medico newyorkese a prendersi cura dei malati con AIDS (ruolo che ha fatto vincere un Tony all’attrice Ellen Barkin). Bruce Niles (Taylor Kitsch) è un ex banchiere che avrà il coraggio di mettersi in gioco abbracciando la causa della lotta al virus dell’HIV. Quasi tutte le storie ed i personaggi raccontati nel film si basano su fatti e figure realmente esistite. Il personaggio di Ned, il protagonista interpretato da Mark Ruffalo, è l’autore Larry Kramer. Paul Popham, uno dei fondatori di Gay Men’s Health Crisis, viene interpretato da Taylor Kitsch col nome di Bruce Niles. La dottoressa Linda Laubenstein, paraplegica, una delle prime ricercatrici sull’Aids che lavorò in stretto contatto con la comunità gay, è interpretata da Julia Roberts, che nel film ha il nome di Emma Brookner, anche lei su sedia a rotelle. Rodger McFarlane, attivista gay e creatore della hotline precursore di GMHC, è interpretato da Jim Parsons (unico attore del film presente anche nel cast teatrale) col nome di Tommy.
Il film venne trasmesso in prima mondiale il 25 maggio 2014 dal canale HBO e riscosse grande successo di pubblico e critica.
-->

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv