Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

martedì 22 ottobre 2013

RARI NANTES. MERCATO IN FERMENTO

La Rari Nantes Taranto si concentra sul lavoro precampionato mentre la società è impegnata sul fronte mercato, con l’obiettivo di rinforzare l’organico che parteciperà al prossimo campionato di serie B di pallanuoto.
TORNEO DI BARI: RNTA AL TERZO POSTO. Primo test stagionale per la squadra di coach Vidovic. Nella piscina comunale di Bari un torneo under 20 che ha visto la Rari Nantes Taranto piazzarsi al terzo posto. Squadre di diverse categorie si sono affrontate nella vasca barese: Acquachiara Napoli, la compagine più blasonata che milita in serie A1, Waterpolo Bari, serie B, e GP Modugno che affronterà la serie C.
Una RN Taranto dai due volti. In mattinata ha affrontato la sfida contro Modugno con i baresi che hanno avuto la meglio su una squadra tarantina che per la prima volta si è ritrovata a giocare in una piscina più grande (a norma per la serie B), rispetto a quella saggiata fino a quel momento in allenamento a Taranto. Il match si è giocato alla presenza degli arbitri che hanno applicato il nuovo regolamento della pallanuoto per la stagione 2013/14. Anche questa circostanza per la Rari Nantes ha rappresentato una novità, dopo giorni trascorsi a lavorare molto sul piano fisico e poco in partita. Troppi falli “gravi” per gli jonici e la GP si è ritrovata più volte in superiorità numerica, aggiudicandosi il match.
Un approccio modificato in corso d’opera da coach Dusan Vidovic. Il tecnico serbo ha preso la squadra per mano ed ha fornito i giusti dettami per cambiare completamente rotta. Infatti nella gara pomeridiana, la finale terzo e quarto posto, Taranto ha battuto i parigrado della Waterpolo Bari per 11-9, superando i padroni di casa e dimostrando notevoli miglioramenti a distanza di poche ore dalla sconfitta contro Modugno. La Rari Nantes si è dunque piazzata sul terzo gradino del podio. Si tratta ancora di fasi di allenamento, ma l’aspetto che più ha convinto i tecnici è il cambio repentino di gestione della gara, proprio per questo l’allenatore garantisce ampi margini di miglioramento.
A mettersi in luce a Bari, tra gli altri, i giovani Daniele D’Addato, difensore classe ’97 eDavide Conte, attaccante classe ’98, ritenuti tra i migliori visti in vasca durante le gare del torneo.
-->
RADIOMERCATO ACCESA PER LA “B”. Oltre a puntare molto sui giovani atleti tarantini, la Rari Nantes è al lavoro per puntellare la squadra a disposizione di coach Vidovic. Lo staff tecnico infatti in questi giorni sta visionando il difensore centrale Giorgio Doveri, classe ’78. Di origini toscane, da diversi anni risiede in Puglia e nel suo recente passato figurano esperienze in vasca con la Fimco Maglie. Il giocatore si è aggregato al gruppo tarantino.
Inoltre è previsto l’arrivo di due giovani ’96 in prestito dalla Waterpolo Bari. Dopo la felice esperienza della passata stagione, si dovrebbe rinnovare l’intesa tra il club jonico e quello barese. Nel precedente campionato infatti la WP ha inviato a Taranto in prestito Vincenzo Scamarcio e Paolo Chieco che, dopo aver vinto il torneo di serie C in riva allo Jonio, sono tornati alla casa base nel capoluogo regionale. E’ dato per certo che dalla Waterpolo possano arrivare altre due leve per rinforzare la Rari Nantes.
L’agenda del presidente Sandro Sabato è piena, ma per altri nomi occorre attendere ancora, l’obiettivo è comunque mettere in condizione Vidovic di lavorare con una squadra ben attrezzata in tutti i reparti.
 TARANTO, BARI E…PESCARA? Dopo il lavoro tra Taranto e Bari, la Rari Nantes potrebbe sostenere alcune sedute in Abruzzo. La Simply Sport Pescara, squadra parigrado ma inserita in un altro girone, ha invitato il club jonico ad allenarsi per qualche giorno nella propria struttura. Il contatto tra le due società è nato grazie all’attaccante della RNTA Federico Carucci che vanta diverse stagioni giocate proprio nella città abruzzese. La ghiotta opportunità di lavorare in una vasca “da serie B” potrebbe convincere la dirigenza jonica ad accettare l’invito e a recarsi a Pescara per un breve periodo.

 Ufficio stampa Rari Nantes Taranto 1996

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv