Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

lunedì 12 marzo 2012

MARADONA ESALTA IL NAPOLI



DUBAI - Anche Diego Armando Maradona se n'è accorto e l'ha sottolineato. "Stanno passeggiando, secondo me potrebbe segnare anche De Laurentiis", uno dei commenti al debordante Napoli-Cagliari seguito a 4200 km di distanza, nella mega-villa di Dubai. E ci ha colto in pieno, tanto più che di segnature è tra i migliori intenditori al mondo. Ebbene, uno dei punti forti di questo Napoli ancora perfettamente in lizza su tutti e tre fronti, è proprio la produttività dell'intera squadra.
COOPERATIVA - Ora e più che mai cooperativa del gol, ora e più che mai tutti possono e devono partecipare alla causa, anzi alle tre cause. Visto che di scegliere una sola via (o al massimo un paio), non se ne parla proprio. Anzi, questo Napoli s'è addirittura accorto che l'appetito vien mangiando, ha realizzato nel momento più gagliardo della stagione di avere una fame spropositata e di gradire qualsiasi tipo di portata. Ma per andare avanti su questo bello stradone a tre corsie, per adesso illuminato, alberato e con vista sull'Europa, ci vogliono tanti gol. Ed effettivamente un po' tutti si stanno prodigando, con risultati che addirittura scavalcano le aspettative.
LA VOGLIA MATTA - In principio erano poco tre (i tre tenori appunto) e poi la voglia matta di gol s'è allargata a macchia d'olio. Sai come le noccioline o le ciliegie... una tira l'altra. Giusto per intenderci, lasciamo per un momento da parte il reparto offensivo, laddove naturalmente si esibiscono i tiratori scelti. E partiamo da "poppa", dove c'è un De Sanctis in "bianco", ma questo era pressochè scontato. Dirigendoci a destra ci imbattiamo in un Campagnaro "bilama", che ha infilzato Cesena e Inter nelle 32 partite disputate, con accanto capitan Cannavaro, new-entry nella cooperativa partenopea del gol proprio all'ultima di Napoli-Cagliari, manco a farlo apposta. Niente da fare per il terzo di sinistra Aronica, ma talvolta ci ha provato pure lui. A centrocampo una gemma per Inler, quel siluro che ha contribuito a piegare il Villarreal nella sua tana, e poi l'inesauribile Gargano con le sue due griffe nelle scorpacciate contro il Genoa ed il Cagliari, in cui sono state totalizzate ben dodici reti. Per il "tamburino" di Paysandù due gol di pregevole fattura, da attaccante scafato. Non poteva mancare Maggio, uno che spesso da il "tu" all'area di rigore. Tre volte tre per lui, vittime Inter, Udinese e Cagliari. Niente male. A secco Dossena, del quale però vanno ricordati a quattro assist (Catania, Lecce, Siena e Manchester City) ma, voglia matta di gol anche per il "diavolo della fascia sinistra". In ambito titolarissimi non si possono omettere naturalmente Zuniga e Dzemaili che, se non lo sono appieno, ci manca un pelino. Camilo in 31 presenze ha partecipato con un gran gol al banchetto col Genoa, mentre Blerim ha colpito con Lecce e Novara.
E NON FINISCE QUI - Non solo titolarissimi. Se riavvolgiamo il nastro, tornando alla difesa, c'è un Fernandez in doppia marcatura a Monaco, che non è cosa da tutti. Miguel Britos ha fatto la sua parte segnando al Chievo, Grava e Fideleff non ancora pervenuti.
ATTACCO DA URLO - Se ci atteniamo alle tre direzioni su indicate (le tre "C") balza all'occhio il dato di un attacco per il quale iniziano a scarseggiare gli appellativi. Cavani a quota 24, Lavezzi a 10, Hamsik 9 e Pandev 6, il che dà la bellezza di 49, una in meno di quelle segnate in campionato.
RIASSUMENDO - In tredici della rosa hanno apposto almeno un sigillo sulla stagione, nelle tre direzioni. Si vola domani a Londra e, tra i probabili undici in campo, solo De Sanctis ed Aronica per ora sono tra gli astenuti. Per ora...

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv