Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

domenica 6 luglio 2014

MANI CHE S'INTRECCIANO

Taranto ….e le sue storie che s’ intrecciano. ..come le mani dell’immagine in evidenza. .. …che del colore non guardano la differenza. .. Qui raccolgo qualche testimonianza …di chi queste mani le sta intrecciando. .. Testimonianze di ragazzi. ..e volontari…che hanno saputo donare … per ricevere in sorriso che nel cuore va a stamparsi…indelebilmente. .. Migliaia di migranti ..migliaia di storie. ..di strazio e di speranza… E noi vogliamo raccontare. .. Christian Cesario, e le sue TS NEWS…ed io…per oggi..per il tempo d’un caffè da bere ad in bar tra amici. .vi raccontiamo … …di ragazzi che si donano. ..che s’ arricchiscono. ..che delle differenze si vestono….e migliori diventano. . …cittadini del mondo. .consapevoli che i muri s’abbattono. ..e non s’ innalzano…
Taranto…invasa dai migranti. ..in una catena umana e di solidarietà incatenata…è anche questa:
-->
“Ciao a tutti… vorrei condividere con voi l’esperienza che io insieme ad altri ragazzi stiamo facendo da qui a un mese… un mese,un lungo mese…precisamente da quando sono iniziati gli sbarchi dei profughi al porto di Taranto…abbiamo iniziato a fare servizio come volontari alla palestra Ricciardi, proprio nei primissimi giorni di emergenza, situazione non molto semplice… famiglie intere,bambini, donne,uomini, anziani… tutti messi in una palestra, uno sopra l’altro, però TUTTI grati al Signore per il dono della vita, per il fatto di essere arrivati sani e salvi!!! Poi una sera Serena, una delle mie “compagne di viaggio”  mi chiama e mi dice: “Yle io vado al baby club (altra struttura adibita allo smistamento degli immigrati), che fai vieni anche tu?” io e l’inglese non eravamo molto amici, l’idea di avvicinarmi a dei ragazzi senza genitori, soli in una città che non conoscevano,mi destabilizzava… però mi sono buttata!!! Mi è bastato incrociare i loro sguardi, provare a conversare con loro aggiungendo ogni 3 parole: one moment( e correvo da Serena)… 24 lunghissimi giorni, tutti i giorni … non poteva finire la mia giornata senza incrociare il loro sguardo, senza poter ascoltare il suono della loro voce, senza poter giocare, ridere, scherzare e trascorrere del tempo con loro… tutti pensano “vado a dare una mano, vado a dare amore, vado a… NO loro mi hanno aiutato,loro mi stanno dando amore… ” Ho trovato dei fratelli,ho aperto loro le porte della mia casa, ho detto loro che sono parte della mia famiglia… si FAMIGLIA perchè non importa il colore della pelle,la religione, la lingua … si è fratelli quando si ha il cuore simile…mi dice sempre uno dei miei amici: forse il mio Dio e il tuo Dio volevano che ci incontrassimo.”
“Solo chi è qui e chi ha dato una mano può capire cosa significa aiutare queste povere persone: bambini di 14 anni che ti confessano la loro vita, il loro passato….il viaggio vissuto con la sorella 17enne e senza genitori perché non avevano molti soldi a disposizione ed hanno preferito far salvare i figli…eppure, nonostante tutto, queste piccole gioie hanno un sorriso stampato sul loro viso, sulle loro labbra…vogliono giocare con te, stare in compagnia ed accertarsi più volte che il peggio per loro, ormai, è passato. Sono sensazioni indescrivibili….il rammarico più grande è sapere e sentire che tante persone siano contro l’ospitalità di questi poveri…”.     
 Testimonianze di Ylenia, Serena e Christian
Taranto. ..incrocia le mani…ed anche le dita. ..che questa emergenza non è finita. Noi la racconteremo. ..sempre. ..tutta…vera… Come quel vento fresco che s’ alza sui fratelli la sera.
MARIANEVE SANTOIEMMA
-->

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv