Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

giovedì 29 maggio 2014

DENUNCIA IL RAPIMENTO MA IN REALTA' SFRUTTAVA LA DONNA

 Ha denunciato falsamente telefonando in Questura a Taranto il rapimento della moglie e del figlio da parte di una coppia. Agenti della Squadra Mobile e delle volanti della Questura della citta' jonica hanno arrestato Y.M., 44 anni, cittadino bulgaro, per favoreggiamento della prostituzione, minacce e lesioni. Dopo la telefonata dell'uomo in Questura si e' presentata la donna bulgara vittima del presunto rapimento in compagnia di una coppia di suoi connazionali. Con l'aiuto di un interprete, gli agenti hanno accertato sia l'insussistenza delle dichiarazioni dell'uomo al telefono che la triste storia della donna. Quest'ultima, dopo le prime resistenze, ha raccontato le violenze e le vessazioni subite. L'uomo, dopo averla conosciuta in un campo rom della provincia di Foggia, l'ha costretta a prostituirsi usando violenze fisiche e psicologiche, 
-->
Anche quando la stessa era in attesa. In maniera violenta, l'ha portata in treno a Taranto sempre con l'intento di trarre profitto facendola prostituire lungo il viale della Stazione. Proprio in questo frangente la vittima ha conosciuto la coppia di connazionali, che le hanno offerto ospitalita' per la notte. Ieri, dopo aver appreso della confessione della donna, i due coniugi bulgari, giunti nel piazzale della Stazione Ferroviaria con un espediente sono riusciti a far scendere dalla loro vettura l'uomo per poi raggiungere rapidamente la Questura di Taranto e denunciare l'accaduto.
FONTE: http://bari.repubblica.it/dettaglio-news/-/4505649
-->

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv