Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

venerdì 20 settembre 2013

MARTINO PIERRI. LA MUSICA NEL SANGUE

Martino Pierri è un giovane chitarrista del Salento. Parlare con lui è un’emozionante viaggio nella storia del Rock. Oggi vive e lavora a Roma, ma l’amata terra è sempre nei suoi pensieri. Così abbiamo parlato di musica, oltre che di sentimenti.

Conosciamo l’artista Martino Pierri. Com’è nata la tua passione per il Rock?

Già da piccolo in casa non mi era difficile trovare vinili o musicassette di vari artisti rock cosi ascoltandoli capii fin da subito la grande attrazione che aveva questo genere di  musica con tutta la sua energia e vitalità. L’ho capito ancora di più quando imbracciai la chitarra per la prima volta a diciassette anni circa e imparai i primi accordi.


Sei un chitarrista con la passione per la composizione. Parliamone.

Si ho scritto diverse canzoni molte delle quali depositate presso la Siae. E’ come dare sfogo alla creatività. Intrecciando musica e parole o a volte solo musica creando pezzi  strumentali. Attualmente mi dedico di più alle cover.

Di solito i chitarristi Rock sono scatenati sul palco, musicalmente parlando. E tu?

Anche la presenza scenica e’ importante. Un concerto e’ uno scambio di energia fra chi suona e chi ascolta. Cerco di essere il più spontaneo e naturale possibile
.
Veniamo alle origini: il Salento ti dice qualcosa?

Certo è la terra dove sono cresciuto, dove torno spesso e dove ho le mie radici; terra del sole, della taranta, della pizzica, del bel mare, della bella gente e dell’ottimo cibo. Sono di parte lo so.

Se dovessi consigliare un viaggio in terra di Puglia, quale località consiglieresti?

La Puglia ha varie zone interessanti da visitare, ma sicuramente la litoranea ionica  ha un grande fascino. Legato non solo al paesaggio ma anche per le tradizioni ancora più forti.

Spettacoli in cui hai suonato. Raccontami un tuo concerto, per così dire, “folle”.

Festival music up 2011 al ciak village a tor di quinto a Roma. Conosco tre ragazzi dopo aver rifondato il gruppo e con solo tre prove, troppo poco tempo, decidiamo di esibirci davanti ad un centinaio di persone, la maggior parte musicisti, forse sarà mancata la compattezza del gruppo ma improvvisare e’ stato bellissimo.

Cosa ti senti di suggerire ad ragazzo, giovane come te, che si avvicina alla chitarra ed alla musica Rock?

Di continuare a coltivare la passione per la musica e di non concentrarsi solo sulla tecnica perche il rock deriva dal blues e quando si suona questi generi bisogna metterci dell’anima del sentimento. Come diceva JIMMI PAGE :la tecnica? io mi occupo di emozioni.

Una frase per concludere l’intervista
Il rock’n’ roll non morirà mai.


MASSIMILIANO RASO
-->

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv