Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

mercoledì 5 giugno 2013

"CHIUSI DENTRO" MARIANEVE SANTOIEMMA

Qualcuno ha chiuso la finestra che sembrava spalancarsi sul futuro di una città che non conosce pace…e per oggi… per ora… siamo chiusi dentro…
Questi i fatti…
Il ministro dell’ambiente, Andrea Orlando, dopo l’ultima relazione dei tecnici  dell’ISPRA sull’ultima ispezione circa lo stato di attuazione delle prescrizioni inserite nell’AIA rilasciata a ilva il 26/10/2012 , dichiara  che
“il percorso previsto dall’AIA  non è stato rispettato o è stato solo parzialmente rispettato”
Secondo L’ISPRA, inoltre,
“continuano superamenti del limite di emissione consentita per le quantità di polvere nel flusso di vapore acqueo in uscita dalle torri di spegnimento”
 e …
“non è del tutto soddisfatta la prescrizione che impone l’eliminazione del fenomeno di slopping (l’espulsione di gas e nubi rossastri dai camini del siderurgico che abbiamo “ammirato” proprio pochi giorni fa uscire dall’acciaieria) facendo ricorso una diversa gestione del processo produttivo”.

Quindi…a Roma ieri hanno deciso il nostro destino..ancora una volta puntando principalmente a salvaguardare la produzione dell’acciaio più importante d’Europa…
Ieri sera il decreto…
«uno strumento eccezionale per una situazione eccezionale»
ha dichiarato  il ministro dello sviluppo Flavio Zanonato,aggiungendo che se   Ilva chiudesse«sarebbe una botta enorme per l’economia dell’italia e devastante sul piano occupazionale»con un impatto economico negativo per 8 miliardi di euro annui…
Il ministro dello sviluppo ha  illustrato  il provvedimento sottolineando  che «non siamo in presenza di un esproprio. i proprietari rimangono gli stessi, finito il periodo di commissariamento, i soci proprietari rimarranno proprietari»..e ..
“dopo 12 mesi l’impianto verrà restituito ai proprietari”
Enrico Bondi, dunque, sarà il commissario per l’Ilva, pare per 36 mesi in cui dovrà risanare lo stabilimento …
…e ce faremo una ragione… in una situazione che di ragione non ne riusciamo a trovare ..,perché si salva la produzione ancora una volta, dimenticando il dramma sanitario, l’emergenza che vive una città in cui si ammalano i bambini… che nascono già col futuro a metà…
Perché non c’è mossa del governo, vecchio, nuovo,  che  possa trovare logica se non nella volontà a senso unico… quello della produzione… tralasciando l’aspetto della tutela della salute… perchè per i dati sulla situazione sanitaria del nostro territorio non hanno spinto alcun ministro, passato, presente, e temo futuro, a scrivere e firmare un decreto… che dica chi deve risarcire chi nasce senza diritti…chi deve curare , come e dove i mali che dall’inqinamento provengono, magari a carito totale di chi tutto questo lo ha causato…
… e qui i diritti non sono più un diritto… e questa è una realtà…

-->
Taranto è stata chiusa dentro… e guarda il mondo dalla finestra chiusa che Carmine La Fratta ha fotografato…
Taranto è stata chiusa …fuori dalle discussioni che non a Bari, non a Roma, avrebbero dovuto aver luogo… ma qui.. dove la polvere rossa, depositandosi sui colletti bianchi di chi decide di noi… avrebbe potuto far cambiare opinione…avrebbe potuto indicare la strada giusta… per i bambini di questa città….a cui dovremo dare delle risposte…prima o poi…perché la coscienza grida e qualcuno ascolterà il loro canto disperato…
Taranto è stata chiusa… come questa finestra…
…e dai vetri di polvere e minerale… diffcile diventa guardare l’orizzonte… per le lacrime che oggi piange la città che lotta… e per le lacrime che qualcuno ingoierà, chiudendo le valige…perché il decreto salva la produzione, non la vita..
… e per ora chi respirare vorrà….sul treno che porta lontano salire dovrà…
Taranto, per oggi, scrive questa pagina difficile  da mandare giù… e rialzarsi saprà…perché quel ponte sul mare è il segno di chi vuole costruire…
…una voce, però,  a Roma ha parlato per noi, con i toni di una speranza ritrovata in un giovane semisconosciuto, almeno per me,  tra i banchi di chi ieri decideva …“Tutto l’acciaio del mondo non vale la vita di un singolo bambino”…Grazie, Diego DeLorenzis … in poche parole la verità che avremmo voluto leggere in questo decreto…
…per la tua voce che ha saputo colpire chi lotta … piccole manine oggi ti regalano un applauso… che tu possa sentirlo quando difficle diventa decidere da che parte stare…
MARIANEVE SANTOIEMMA

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv