Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

domenica 12 maggio 2013

SUCCESSO PER MAX GAZZE' AL RAFFO FEST


«Prenoto il prossimo 1° Maggio a Taranto!”, ha promesso il cantautore romano. Ottimo il conduttore Pippo Lorusso (MTV) e i tarantini Pacefatta e Zalicious. Una “curva” dello Iacovone quando sul palco arriva il Taranto. Successo per l’iniziativa “Non gettate per terra i bicchieri di plastica”. Premiati cittadini e commercianti (foto Malfatti)
«Peccato non essere stato qui per il vostro Primo Maggio, ero già impegnato in piazza San Giovanni a Roma, ma per il 2014 consideratemi il primo ad aderire alla manifestazione!». Applausi e cori, sono per Max Gazzè che infiamma subito il Raffo Fest. Il cantautore entra subito in partita, poco dopo le 22, attesissimo, per un concerto di circa due ore. E’ un enorme successo di pubblico. La nona edizione promossa dalla “birra dei tarantini”, ha richiamato il pubblico delle grandi occasioni: ventimila spettatori. La gente stretta sulla Rotonda, in attesa della rockstar del momento, non ha però di che annoiarsi. Il programma della serata prevede, infatti, un “Aspettando…Max Gazzè” con Pacefatta, Zakalicious, Thew J, Fanciulli Pimpeggianti e SudFoundationKru. Sono loro a scaldare a ritmo di reggae e hip hop l’intera Rotonda. Già affollata nonostante nel tardo pomeriggio la pioggia avesse rallentato l’adunata di migliaia e migliaia di ragazzi nell’emiciclo davanti al Palazzo del Governo.
C’è un artista “scaccianoia”, Pippo Lorusso. Stella di radio e tv, è di origini pugliesi, tiene il palco per circa tre ore. Pensa alla sua piccola Carlotta, sedici mesi, duetta con la “sud” del Raffo Fest, a pochi metri da lui. Parla in dialetto e la “piazza” risponde come si conviene. Non risente del programma che impone ritmo e ospiti di diversa estrazione: sportivi, commercianti, politici, musicisti al quasi-debutto, ma già svezzati per le grandi platee.
-->

Un applauso al pubblico, da parte dell’organizzazione che promuove l’iniziativa “Non gettate a terra i bicchieri di plastica monouso”. Ci sono appositi contenitori e hostess che distribuiscono biglietti per l’estrazione di Felpe Raffo-Edizione Limitata a quanti cestinano correttamente la plastica. Sono in tremila a raccogliere l’invito. A fine serata l’intera Rotonda è completamente pulita. Le bottiglie di birra che circolano, abbandonate ovunque capiti sono frutto di vendita abusiva. Chi le vende, chi le acquista e le lascia in giro, dà un pessimo esempio di “ambientalismo”.
La prima parte della manifestazione è dedicata a giochi e twitter che appaiono, come tutto l’intero spettacolo, sui maxischermi ai lati del palco. Salgono e si mescolano fra loro, fra canzoni e duetti col pubblico, i tarantini Pacefatta e Zakalicious. A seguire, Thew J, Fanciulli Pimpeggianti e SudFoundationKru, una bella sorpresa. Poi, sotto con il concorso le «Vetrine dei Due Mari» con scatti di Sergio Malfatti che cura il servizio dell’intero Raffo Fest. A premiare le tre attività commerciali, «Albano», «Gattamatta» e «Maria Serio», che hanno caratterizzato l’aspetto del proprio negozio con foto, lustrini e colori rossi e blu, l’assessore alle Attività produttive, Cisberto Zaccheo, insieme con il presidente di Confesercenti Vito Lobasso, e Giuseppe Spadafino, delegato Confcommercio.
Mentre il pubblico scalpita per Gazzè, la Rotonda si trasforma in una curva dello “Iacovone”. Pippo Lorusso, un passato da speranza calcistica del Novara, palleggia e annuncia la presenza dei calciatori del Taranto. A guidare la squadra in perfetta tenuta di allenamento, il tecnico Giacomo Pettinicchio e il capitano Fabio Prosperi. Con loro, il direttore generale Domenico Pellegrini, il vicepresidente Gianni Graniglia e il team manager Armando Lupo. Regalano una decina di palloni calciandoli verso il pubblico. Circola voce che la passerella di sabato sera siano le prove generali per un riavvicinamento fra Taranto calcio e “Raffo”, che nella prossima stagione potrebbe tornare ad essere sponsor della squadra rossoblù.
E’ l’atteso momento di Max Gazzè, la Rotonda si trasforma. Accoglie con urla e applausi il cantautore romano e il suo gruppo. Canta, fra le altre, «Vento d’estate», «Una musica può fare», «Mentre dormi», «I tuoi maledettissimi impegni», la sanremese «Sotto casa». Promette di tornare a Taranto, fra un anno, al prossimo 1° Maggio. Impegno assunto davanti a ventimila tarantini.

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv