Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

giovedì 13 gennaio 2011

TARANTO "Liquami e miasmi dai rifiuti campani" L'allerta in procura e al ministero


Il sindaco di Taranto, Ezio Stefano, denuncia lo sversamento dai camion diretti alla discarica di Italcave, la cittadinanza protesta per i cattivi odori provenienti dal sito nel comune di Lizzano. Il presidente della Provincia, Gianni Florido, chiede nuovi controlli per tutelare la salute pubblica

Sversamenti di liquami dai camion diretti nell'impianto di Italcave, miasmi dalla discarica di Vergine, sospetti di irregolarità nel conferimento dei rifiuti trattati, diretti nei siti tarantini dopo l'accordo di 'solidarietà' tra Regione Puglia e Regione Campania. E' massima allerta sul materiale, soprattutto dopo le denunce del sindaco di Taranto, Ezio Stefano, e del presidente della Provincia, Gianni Florido.

"I conferimenti di rifiuti provenienti dal napoletano si devono svolgere nel puntuale rispetto di quanto previsto dal protocollo tecnico d'intesa" siglato tra Puglia e Campania". Lo spiega in una nota, l'assessore regionale pugliese Lorenzo Nicastro, dopo la segnalazione di Stefano e la denuncia di sversamenti di liquami dai tir. L'assessorato regionale fa sapere di avere inoltrato la nota inviata dal sindaco di Taranto alla procura e di avere diramato una nota agli enti locali "per rappresentare l'esigenza di mantenere un elevato livello di controllo", indirizzandola anche al ministro dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, "al fine di un costante aggiornamento in merito alle attività relative all'emergenza Campania".

Dl canto suo, il presidente della Provincia di Taranto, Gianni Florido, ha annunciato che chiederà alla Regione Puglia la riapertura immediata delle procedure di concessione dell'Autorizzazione integrata ambientale (Aia) per le discariche della provincia jonica. Lo scopo è di procedere a nuovi controlli sul rispetto delle norme che tutelano la salute pubblica. Caso contrario, Florido ha annunciato che emetterà un'ordinanza per chiudere temporaneamente le discariche del tarantino.

La decisione di chiedere alla Regione di rivedere le procedure di concessione dell'Aia è stata presa all'indomani di una segnalazione giunta in Provincia da alcuni cittadini di Lizzano (Taranto), i quali lamentavano cattivi odori provenienti dalla discarica Vergine, uno dei tre siti pugliesi (oltre all'Italcave di Statte, c'è anche la Ecolevante di Grottaglie) che stanno accogliendo i rifiuti campani.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia provinciale per verificare presunte irregolarità, ma serviranno altri accertamenti per stabilire l'eventuale nesso di causalità tra i miasmi e i rifiuti stoccati nella discarica. "Prendo questa decisione politica - ha dichiarato Florido - accollandomi tutti i rischi del caso, compreso quello di tornare alle urne se ci dovessero essere attriti tra i partiti di maggioranza".

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv