Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

giovedì 25 gennaio 2018

PRESENZA LUCANA. SHERLOCK HOLMES AL LETTO DEL MALATO



Dopo i due incontri Diaforum con Gaetano Appeso (Mesoamerica) e Franco Guarino (Fame nella terra dei Maya) torna a Presenza Lucana il “Quaderno Medico” con una relazione del dr. Vincenzo Morrone (Dirigente cardiologo Ospedale SS. Annunziata di Taranto) dal titolo “Sherlock Holmes al letto del malato: Analogia tra metodo investigativo poliziesco e metodo clinico”. L’argomento sarà introdotto dal dr. Nicola Baldi (Già Primario cardiologo Ospedale SS. Annunziata di Taranto) In tutti gli ambiti lavorativi, ultimamente, c’è una tendenza a sostituire l’uomo con la macchina. A causa dell’enorme costo del lavoro si mira a una migliore razionalizzazione delle risorse umane. Questo sta avvenendo anche nelle discipline scientifiche e in particolare nel campo clinico con la presunzione che anche il medico possa essere sostituito dalla macchina. Nell’era moderna c’è una corsa verso la tecnologia diagnostica che, certamente, è un valido aiuto alla professione medica, ma il cervello umano è un computer inimitabile e insostituibile. La diagnosi è, infatti, il risultato di un processo logico deduttivo mutuato dalle scienze investigative usate in quelle criminologiche. Sono comparabili le tecniche investigative del detective con quelle diagnostiche del clinico? La risposta è: Si. Prima della relazione e colloquio con il pubblico, la serata sarà aperta dal Maestro Paolo Battista che accompagnerà gli alunni Jounus Abaz e Ilaria Albano nei duetti, per violino, n°3 e 4 di Charles Dancla, nell'ambito dell'incontro Associazione - Scuola.  L’incontro, a libero ingresso, si svolgerà giorno 26 Venerdì, alle ore 18.00, presso la sede di Presenza Lucana in Via Veneto 106/a Taranto. Si comunica che la data per il tesseramento è fissata per Mercoledì 31 Gennaio, dalle ore 18.00. Michele Santoro

ECOMUSEO DEL MAR PICCOLO. VISITA AGLI ABITANTI DEL MARE DI TARANTO



Il 28 gennaio ’18 presso la SVTAM di Taranto in via Rondinelli s/n alle ore 09.30/12.30 si terrà un evento dell’Ecomuseo del Mar Piccolo insieme al WWF Taranto e dedicato alla biologia marina del secondo seno del Mar Piccolo di Taranto. Le visita guidata sarà condotta della Biologa e ricercatrice dott. Roberta Trani dell’UNIBA. Sarà possibile vedere e conoscere molti degli abitanti del Mar Piccolo, dai cavallucci marini (Hippocampus hippocampus, Hippocampus guttulatus) molte varietà di spugne tra cui la Geodia cydonium, pesce ago (Syngnathus taenionotus), Stelle marine, nudibranchi e tante altre importanti specie che popolano il mare piccolo di Taranto. La particolare conformazione del fronte mare offre la possibilità di osservare dal vivo, nel più bell’acquario possibile, la natura stessa, molte creature marine e dell’avifauna acquatica dell’Ecomuseo. Il luogo dell’evento è la Scuola Volontaria Truppa Aeronautica Militare in via Rondinelli a Taranto, sulle sponde del Mar Piccolo, attorniati da uno spettacolare paesaggio. ’evento è un esperienza di citizen science, l’Ecomuseo del Mar Piccolo è un modo di partecipare attivamente alla ricerca e alla salvaguardia del mare interno di Taranto. L’appuntamento è all’entrata della SVTAM alle ore 09.30 fino alle ore 12.30 la cittadinanza è invitata.
 Prenotazione obbligatoria al 3398918346 dott. Fabio Millarte oppure alla mail taranto@wwf.it dott. Fabio Millarte WWF TARANTO ONLUS 3931617701 www.wwftaranto.com taranto@wwf.it

"TRAVELLING BALLERINA PROJECT" INTERVISTA A ROBERTA DI LAURA



Di Massimiliano Raso.
 La ballerina Roberta Di Laura sta vivendo un periodo ricco di successi artistici che la vedono protagonista in tutto il mondo grazie alla sua bravura. Danzatrice classica con alle spalle un percorso formativo di alta qualità, attualmente è impegnata in Germania con una serie di variazioni del repertorio classico della Danza, basti pensare a Giselle nella bellissima Colonia dove l'opera è ambientata. Al nuovo lavoro internazionale "Travelling Ballerina Project", fino allo show sul Danubio. Un successo che la riconferma anche interprete come ballerina delle più belle poesie di Anca Mihaela Bruma.

mercoledì 10 gennaio 2018

"BENEDETTA FOLLIA" LE INTERVISTE ESCLUSIVE AI PROTAGONISTI DEL FILM


Alfonso Zambrano intervista Carlo Verdone, Ilenia Pastorelli e Aurelio De Laurentis; protagonisti del Film in uscita l'11 Gennaio 2018.

mercoledì 3 gennaio 2018

SPORT. IL BADMINTON ARRIVA AL "TROFEO CITTA' DI GINOSA"



L'evento, organizzato dalla Polisportiva Città2mari del presidente Paolo Laguardia, si terrà al PalaSport. Media partner TuttoSportTaranto.com E' già partito il conto alla rovescia per l'attesissimo torneo nazionale di badminton "Trofeo Città di Ginosa", che si terrà nel weekend del 17 e 18 febbraio. L'evento, organizzato dalla brillante mente del presidente della Polisportiva Città2mari Paolo Laguardia, avrà luogo al PalaSport della cittadina murgese, una splendida struttura dotata di vari comfort e di un attrezzato bar con un piccolo punto ristoro. Il "Trofeo Città di Ginosa" Victor Gran Prix è aperto a tutti gli atleti in possesso di tessera agonistica F.I.Ba. o di altra federazione straniera riconosciuta da BWF - Articolo 1.3 – Para 1.3.2 del nuovo regolamento gare 2018 della F.I.Ba.. Potranno pertanto prendere parte all'importante evento sportivo anche gli atleti stranieri di altre federazioni, purché riconosciute dalla BWF (Badminton World Federation). Hanno già formalizzato la richiesta di partecipazione delegazioni provenienti da diverse zone del nord e del centro Italia, come Brescia, Bolzano, Padova e Roma; saranno presenti inoltre anche Calabria e Campania. Riscontri importanti e che rendono già vincente l'idea dell'amministrazione comunale di Ginosa, in particolar modo del delegato allo sport Antonio Minei, di avvallare l'iniziativa, individuata anche come importante possibilità turistica. Nel corso della manifestazione, che sarà preceduta da una conferenza stampa che sarà ufficializzata nei prossimi giorni, sarà possibile ammirare anche giovanissimi atleti under 10 e badders più esperti, impegnati in tornei over 40-45-50-55-60 realizzati ad hoc a scopo promozionale. Tra i vari riconoscimenti, ci sarà anche l'ambito Premio Fair Play intitolato a Luca Celeste che sarà destinato all'atleta che si distinguerà maggiormente per correttezza e lealtà. Durante la kermesse, inoltre, sarà consegnata una targa ricordo ai familiari dell'amato Carmine Pagliara, appassionato atleta ed istruttore della disciplina del volano scomparso prematuramente. A tutti i partecipanti, che per coprire i tempi di attesa tra gli incontri potranno iscriversi a tornei amichevoli di calciobalilla e tennistavolo che si terranno nella stessa struttura, verrà consegnata una t-shirt ricordo dell'evento, che si concluderà con la classica cena sociale. Media partner del "Trofeo Città di Ginosa" il portale d'informazione TuttoSportTaranto.com, dal 2009 la realtà editoriale del territorio più vicina agli sport erroneamente definiti "minori".

MUSICA. CESARE DELL'ANNA E OPA CHINA PRESENTANO IL SINGOLO "CHINATAL"



Il groove balkan-jazz e il sound prog si fondono con le melodie orientali e le scale pentatoniche. ​ La continua voglia di sperimentare, osare ed arricchirsi, questa volta ha spinto verso Oriente la band guidata dall'istrionico Cesare Dell'Anna. "Opa China" rappresenta un altro capitolo, una nuova scommessa della band Opa Cupa, musicisti che da sempre si nutrono di condivisioni, esperimenti e dinamicità. La formazione guidata dal trombettista e produttore discografico pugliese si presenta al pubblico in questa nuova veste con la pubblicazione di"Chinatal", primo singolo disponibile da martedì 2 gennaio 2018 sul canale youtube del trombettista. Cesare Dell'Anna e gli Opa Cupa hanno da sempre utilizzato la musica e la propria arte come strumento a disposizione degli eventi storici contemporanei. Negli anni della caduta dei regimi comunisti, anni in cui gli albanesi sbarcavano in migliaia sulle coste pugliesi generando timore e venendo denigrati dai molti, l'Albania Hotel spalancava le porte e accoglieva tutti senza riserve. Questa ospitalità fu riservata anche ai fratelli africani nel periodo, purtroppo ancora troppo attuale, delle tragedie nel Mar Mediterraneo, mentre l'Occidente non accettava e non accetta ancora oggi l'immigrazione dopo aver letteralmente "mangiato" e "stuprato" il continente nero. Anche la Cina è al centro di un dibattito che abbraccia politica, cultura, economia e sociologia sotto gli occhi "disattenti" della maggior parte di noi. La musica non può distogliere lo sguardo dalla realtà e ha il dovere di tendere la mano verso culture diverse dalle nostre, in particolare verso quelle che ormai sono subentrate nel nostro tessuto sociale. E' sufficiente guardarsi intorno per comprendere l'importanza sociologica ed economica di questo "fenomeno" che vede ormai tantissimi ragazzi e uomini di seconda generazione a confronto con la normale quotidianità e con le sfide del mercato in continuo cambiamento. Cesare Dell'Anna avverte fortemente il bisogno di confrontarsi con questa cultura e in quanto musicista e musicologo studia fino in fondo la Cina e la cultura cinese. Nel profondo, non da turista. Ciò che più attrae è la possibilità di mangiare e vivere con loro, raccontarsi e discutere, confrontarsi sull'attualità e sulla storia. In particolare il trombettista pone l'attenzione sui cinesi che vivono stabilmente in Italia, in Puglia, per comprendere al meglio come loro stanno vivendo questo periodo storico, nella ricerca di punti di incontro, aggregazione e scambio con questa antichissima cultura. Come per i Balcani e per l'Africa, anche questo percorso merita attenzione, ore di lavoro e di studio e sicuramente sarà un bel seme che genererà nuove amicizie, nuovi incontri, nuove ricerche, discussioni e interessanti produzioni discografiche. Hanno partecipato alla realizzazione del primo singolo 2018 prodotto dalla 11-8 Records Mauro Tre (farfisa), Stefano Valenzano (basso), Rocco Nigro (fisarmonica), Antonio De Marianis (batteria), Andrea Doremi (tuba), Paride Marco (tuba), Gino Semeraro (chitarra elettrica), Luigi Grande (synth) e Fabrizio Giannone (ingegnere del suono). Il concept design della grafica è stato invece realizzato da Marcello Moscara. "Opa China" rappresenta un nuovo capitolo in un percorso coerente e attento, frutto di uno spirito di osservazione critico della storia contemporanea. Correva l'anno 2001 quando Cesare Dell'Anna pubblicò "Tax Free", album che in copertina raffigura il "suicidio dell'hamburger" con il ketchup che forma una sagoma umana, come a rappresentare un delitto; così come nel 2004 il celebro "baffo" venne rovesciato sulla copertina di "Zina" e diede vita alla collaborazione con Emergency o ancora quando nel 2005 gli Opa Cupa portarono in processione la "Madonna delle Bombe". Questi espedienti grafici e simbolici vennero catalogati da molti come blasfemi, ma tanti altri ne colsero il significato provocatorio e la forte volontà di affermare a voce alta la totale contrarietà alla guerra. Quella speciale Madonna infatti doveva difendere i bambini dalle bombe giocattolo, e certo non si aspettava di assistere, a distanza di quasi 15 anni, agli attuali deliri di onnipotenza di Trump e altri esponenti politici internazionali. Gli Opa Cupa mischiano da sempre la potenza degli ottoni e delle bande da giro del Sud Italia con la conoscenza della musica jazz e classica, il tutto sorretto da un forte e acido groove in un mix speciale che rappresenta il sound e la storia personale di Cesare Dell'Anna. "Opa China" è in primis una scommessa, un vero e proprio periodo di studio, svolto in particolare sulle scale pentatoniche, che costringe ad una forzatura mentale e al confronto con una cultura diversa dalla propria. In questo Cesare Dell'Anna è stato precursore, basti pensare al grande lavoro svolto negli anni '90 per la diffusione dei tempi dispari e dei ritmi irregolari che ora in tanti suonano e tutti ballano. E' lo stesso trombettista che riconosce tanta importanza al confronto con le altre culture, ricavandone una essenziale fonte di ispirazione; basti pensare ai motivi che portarono un grande della storia come Giacomo Puccini a scrivere l'opera "Turandot". La musica è un veicolo essenziale per la diffusione di un messaggio e attraverso essa non ci si schifano gli odori altrui, si accettano i colori differenti, e ci si innamora anche della musica che viene da lontano. Con "Opa China" Cesare Dell'Anna propone ancora una volta un melting-pot supportato da "audio-suggestioni" per unire lo stile e il gusto Opa Cupa, il groove dei Balcani e i riff africani con la cultura cinese, le scale pentatoniche, le meravigliose voci e alle melodie struggenti che vengono dall'Oriente.

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv