Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

giovedì 19 marzo 2015

"SHAKESPEARE IN ROCK" LA RECENSIONE DI MASSIMILIANO RASO

Sono seduto in platea alla Prima del 10 Febbraio 2015 al Teatro Orfeo di Taranto, scrivo di getto ciò che vedo, che sento, che provo. Conosco bene la narrazione originale dell'opera del grande poeta William Shakespeare, devo dimenticarne, però, lo stile classicheggiante perché avverto nuove emozioni: sono in un sogno, sono in Shakespeare in Rock. Shakespeare in Rock Musical è un'opera moderna che attinge dal passato per mettere in scena una rivisitazione mai vista prima: originale, inaspettata, priva di ogni appellativo epico. E' un Musical prepotente, irriverente, cattivo, contemporaneo. Non vi è solo amore. Le tematiche sociali che a quel tempo delineavano la città di Verona, ponendo a confronto le due famiglie più in vista ed eterne rivali, vengono rilette e rivisitate in chiave moderna. Un' ambientazione innovativa differenzia le due fazioni: Street e Punk/Elegance, sviluppando un Musical Rock dai toni caldi a tratti misteriosi e azzardanti! I protagonisti, Romeo e Giulietta, si distinguono nella narrazione rivisitata dal Regista Performer Aldo Liotino mantenendo il pieno rispetto dei punti cardini dell' Autore William SHAKESPEARE sul loro amore segreto che, se pur fonte di ispirazione per un messaggio di pace, in scena litigano per la follia nata dopo la loro unione in gran segreto dopo la decisione del Conte sul matrimonio con Paride e la morte del cugino Capuleti.
Inaspettatamente avviene come nella vita reale. Coreografie accattivanti, vocalità ai limiti, look estremo, musicalità ricca di effetti, scenografia d'impact, minimal and raw, rendono viva, vera e carica di adrenalina la scena, ponendo in risalto ogni singolo personaggio nell' intreccio della storia. SHAKESPEARE in ROCK è un' Opera libera dalle convenzioni.
Ogni membro del cast è perfetto nel ruolo che interpreta e non c'è nessun attore o ballerino che sfigura rispetto agli altri. D'altronde non basta essere selezionati bisogna anche dimostrare le capacità sul palco e, visto il risultato finale, devo dire che la bravura del cast non possa essere messa in discussione. Andrebbe rivisto per cogliere sfumature Rock che ad impatto possono sfuggire perché presi dalla bellissima scenografia suddivisa attraverso i due cognomi Capuleti e Montecchi, nello stile e nei colori rappresentandoli in Punk elegance e Street come sopra citato. Le luci seguono ogni artista, l'aspetto tecnico curato in ogni minimo particolare immortala ogni passaggio scenico come fosse un vero e proprio concerto Rock. Questo è il taglio del nostro Regista e Formatore Tarantino, un Musical dallo stile concertistico. La continua nebbia in scena rende atmosfere surreali e capaci di fondere la bellezza scenica e la bellezza interpretativa. Questo Musical, che è debuttato nello storico teatro della nostra citta', prevede una Tournèe ricca di colpi di scena; l' 11 Aprile sarà al Teatro Abeliano, Bari per poi proseguire per i Teatri Italiani. Questo non è solo per la bravura dei protagonisti ma è anche per l' attenzione dimostrata da Kikko Alfeo e dalla sua Move up Production, produttore vispo, raffinato e contemporaneo della stessa Opera. Ho potuto denotare, la sera della Prima, l'affiatamento tra produzione e artisti, una vera famiglia artistica. Questo denota la totale immersione di Kikko Alfeo e attenzione al cospetto dell' arte. La Coreografa Milena Di Nardo, anima e occhio esperto verso lo stile ballettistico, è stata al centro della riuscita delle coreografie. Bei personaggio ha dipinto il Regista Aldo Liotino, scrivendone i testi e il copione, scegliendo le musiche e preparando gli attori. Il Liotino è diplomato in Musical Theatre ed è un Performer. Nel ruolo di Romeo ha sviscerato l'esser ragazzino del personaggio riportandolo in contemporaneità con colori vocali non comuni. Canzoni decisamente inaspettate. Il corpo di ballo e le coreografie mi hanno colpito, anche perche' le ballerine in scena non sono un semplice contorno ma vere e proprie Performer con l' utilizzo delle espressioni e della vocalità. I costumi rispecchiano lo spirito dell'opera, Rock e Street come in un film diretto ai giorni nostri, Make up perfetto che esplicita la personalità di ogni singolo personaggio e reso reale dalle espressioni del volto. Insomma look studiato in ogni minimo dettaglio e senza ombra di dubbio di grande impatto sul palco. Il mio parere su questo Musical è molto più che positivo, essendo un prodotto innovativo che si fa strada sempre più nel panorama del Musical compiendo il Sold out. Totalmente live, sperimentale, anche nei cori, con strumento musicale dal vivo ed una carica scenica indiscutibile grazie anche all' inserimento nel famoso momento del ballo di una Drag Queen. Il tutto rende modernissima l' Opera e totalmente inedita.

Interpreti: Aldo Liotino (Romeo), Italia Laera (Giulietta), Antonio Ritella (Mercuzio), Cosimo Salvi (Tebaldo), Antonino Milli (Benvolio), Giulia Liotino (La Morte), Miriam Ossini (Donna Capuleti), Ilaria Macripò (Donna Montecchi), Raffaele Lantone ( Conte Capuleti), Micaela Dettoli (La Balia), Pasquale Pisicoli (Frate Lorenzo), Maurizio Guisa (Principe di Verona), Giada Santoro, Natasha Miccoli, Milena De Carlo e Aurora Abruzzede (Rock Dances), Sara Colizzi (Rock Woman), Luca Nali (Conte Paride), Drag Queen (Special Guest).

MASSIMILIANO RASO

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv