Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

giovedì 14 marzo 2013

DITTA SVERSA RIFIUTI IN STRADA. SANZIONATI DALLA FORESTALE

Personale del Corpo Forestale dello Stato, appartenente al Comando Stazione di Taranto, nell’ambito della quotidiana attività di monitoraggio del territorio ha intercettato, in flagranza di reato, un cittadino intento a scaricare illegalmente un autocarro di rifiuti speciali non pericolosi provenienti da lavori di demolizione edili lungo la strada statale Taranto – Martina Franca in prossimità del quartiere Paolo VI.

A seguito dei successivi controlli effettuati oltre l’abbandono illegale di rifiuti sono emerse altre violazioni di natura penale ed amministrativa. La società, che paradossalmente opera nell’ambito del settore ecologico e del recupero ambientale, esercitava l’attività di gestione di rifiuti abusiva poiché dalle immediate indagini esperite è emerso che la stessa non era iscritta all’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali essendo stata cancellata per mancanza dei requisiti di legge.
La ditta operava inoltre senza il prescritto formulario che ciascuna di queste aziende è obbligata a detenere e compilare regolarmente. Il veicolo risultava finanche sprovvisto della assicurazione obbligatoria e della revisione periodica ai fini della circolazione stradale e pertanto, sussistendo le ipotesi di reato di cui agli artt. 192, 193, 212 e 256 del D. Lgs. n. 152 del 3 aprile 2006 (Testo unico ambientale) si procedeva al sequestro penale ed amministrativo dello stesso oltre al fermo amministrativo dell’automezzo. Le sanzioni irrogate ammontano a circa 4200 euro e sono state elevate per le gestione abusiva dei rifiuti, per la mancanza del formulario ed ai sensi del Codice della Strada.
La zona in questione,  adiacente alla Cittadella delle Imprese e comunque nella immediata periferia del centro abitato, è oggetto di numerosi controlli ad opera di personale del Corpo Forestale dello Stato in considerazione del vertiginoso aumento del fenomeno dell’abbandono incontrollato di rifiuti provenienti soprattutto dall’attività edilizia: intere strade di secondaria importanza e di scarsa viabilità, zone sotto viadotti stradali e stradine di campagna divengono testimonianza dell’incuria e dei continui attacchi cui il territorio è sottoposto.
IL QUOTIDIANO ITALIANO

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv