Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

sabato 10 settembre 2011

CRESCE LA SQUADRA DI TARAStv



La squadra di TARAStv si circonda sempre piu' di collaboratori e amanti della nostra citta'.
Entra a far parte dello staff, Giovanni Matichecchia con un suo editoriale.




 Giornalista pubblicista dal 1982. Ha collaborato con Studio 100, il Corriere del Giorno e altre testate multimediali. Attualmente è vicedirettore del settimanale La Voce di Massafra. È laureato in Pedagogia e in Management delle politiche e dei servizi sociali. È stato docente di Organizzazione dei Servizi Sociali all’Università di Lecce. Documentarista, ha realizzato: Fede e rivolta - Birmania oggi;  Nakbah - Il conflitto israelo-palestinese;  Uzbekistan - Lungo la via della seta;  Il Carnevale di Massafra;  Ciao Cina;  De Amicis Massafra 75 anni di scuola elementare;  Effetto Pasolini – Backstage; in margine a… L’isola che vogliamo.
È Giudice Onorario presso il Tribunale per i minorenni di Taranto e profondo conoscitore delle problematiche giovanili.
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


“La decisione di fare a meno dell’apporto di Capriulo non ha motivazione politica. Né voglio entrare nel merito di incomprensioni e singole vicende che hanno determinato il venir meno della fiducia. Si è interrotto un rapporto personale che non inficia i rapporti politici tra il sindaco e una forza politica che rimane presente in giunta con una qualificata e consistente rappresentanza”. Con questa dichiarazione Stefano ha inteso chiudere la faccenda del defenestra mento Capriulo. Le parole del sindaco lascerebbero intendere che gi assessori sono stati nominati su base fiduciaria. Ciò è parzialmente vero. Per un terzo. L’altro terzo è rappresentato dall’appartenenza politica. Stefano non ha fatto mai mistero di avere fiducia anche di altri politici appartenenti ad altri schieramenti. Tuttavia, in giunta troviamo solo uomini dello schieramento di centro-sinistra. Un altro terzo va assegnato alla competenza professionale. Forse di qualche buon amico si fida ancora ma non gli offre un posto in giunta come assessore perché forse di finanza e di patrimonio non ha strumenti a sufficienza. Quindi alla nomina di un assessore concorrono fiducia, competenza e appartenenza. Quando il sindaco afferma che non ci sono motivazioni politiche sorvola il problema. Quando dice che è venuto meno il rapporto di fiducia manca di esplicitare la ragione di questa caduta. Allora la risposta ai numerosi interrogativi può essere: è venuta meno la fiducia in ragione della insufficiente competenza. A parte il fatto che anche questo sarebbe un errore politico: chiamare una persona per la sua competenza e poi scoprire di aver sbagliato. Ma quello che appare profondamente scorretto è il non voler esplicitare le ragioni della smarrita fiducia. Ciò lascia spazio alle illazioni e alle supposizioni di vario genere. Un politico che ha servito onestamente e con un buon grado di competenza non merita che altri getti discredito sulla sua persona. A completare l’analisi c’è quel:  una forza politica che rimane presente in giunta con una qualificata e consistente rappresentanza. Ecco, forse questo è il vero problema. Ha fatto bene Capriulo a dispensare bacchettate anche al suo partito. Un partito che si fa orientare dal calcolo: meglio perderne uno che perdere tutti, è un partito destinato ad essere sconfitto.
Insitor  

Di seguito il video documentario realizzato da Giovanni Matichecchia riguardo a : L'ISOLA CHE VOGLIAMO, manifestazione di successo dell'estate tarantina.

PER VEDERE IL VIDEO CLICCA QUI


LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv