Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

domenica 25 agosto 2013

RAFFAELLA NAZIONALE. DA BALLERINA A REGINA DELLA TV ITALIANA

Valeria Muccifora, nel suo libro Grazie Raffa, ha scritto: “ Dalla Carrà alla Carrà. Gli abiti, il trucco, l’acconciatura, il modo di parlare. Lei non fa esistere di sé altra persona all’infuori di quella televisiva". Il critico televisivo Omar Calabrese è tra i pochi che ha tentato di analizzare il perché del grande successo di Raffaella Carrà. “Sono nata con la Tv perché la Tv è il mio mezzo giusto”. La Carrà, in effetti, non corrisponde a nessun canone di donna dello spettacolo: non è una Show Girl e neanche un'Anchor Women. Omar Calabrese a tal proposito ha scritto: ” …non è una vamp, non è un’artista in senso stretto (come Mina che è principalmente una cantante), non è una sbarazzina (l’esempio è Heather Parisi), non è una svampita(come lo è stata egregiamente Minnie Minoprio, e dopo Carmen Russo), non è neppure una bruttina di carattere come Sandra Mondaini…”. Nel programma televisivo “io, Agata e tu” del 1969, la Carrà inventa un nuovo stile di showgirl tagliandosi uno spazio tutto suo grazie alle qualità coreutiche apprese da bambina. Queste le sue parole in un'intervista: ” …mi hanno offerto la parte…chiedo tre minuti soltanto per me…tre minuti del mio balletto…”. Pochi mesi dopo fu chiamata a condurre uno tra i programmi meglio riusciti della tv italiana, Canzonissima. Raffaella osa e fa spettacolo con un corpo aggraziato, pieno di sinuose movenze, cantando e presentando. Quando lancia il “Raggae rrr”, un ballo semplice composto di tre passi avanti e tre indietro, seguito da movimenti in cui ci si ferma per urlare raggae rrr, imitando la smorfia del graffio, la Carrà è percepita come una ballerina. Il successo televisivo arriva nei primissimi anni settanta; è stato detto che fu l’inizio di tutte le Simone Venture.

-->
Da Canzonissima a Mille Luci, dall’Italia alla Spagna, e con il programma televisivo Carramba che sorpresa, la Carrà crea un nuovo modo di fare spettacolo in tv facendo gridare al nuovo varietà: un mondo meraviglioso fatto di luci, personaggi, rappresentazioni.

MASSIMILIANO RASO

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv