Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

martedì 13 agosto 2013

NIENTE DEROGHE PER I MITICOLTORI

 Non sono possibili deroghe e, al momento, non si intravedono scappatoie. Una parte di mitilicoltori, coloro che hanno iniziato in ritardo il trasferimento degli allevamenti da Mar Piccolo (interdetto da tre anni alla commercializzazione dei mitili dopo il rilevamento di una presenza oltre la soglia consentita di diossine e Pcb) a Mar Grande, perderà il «raccolto».

La normativa vigente prevede che i controlli sulla salubrità debbano essere realizzati nell’arco di sei mesi. Ma il tempo sta scadendo, le cozze sono già mature e anche se le prime analisi dicono che sono buone, non possono essere vendute. L’assessore regionale alle Risorse agroalimentari Fabrizio Nardoni ha convocato le parti per cercare una soluzione, ma la burocrazia non la lascia alcun margine.
-->
«Il problema - spiega Nardoni alla “Gazzetta” - riguarda solo pochi operatori che hanno trasferito gli impianti in Mar Grande e hanno purtroppo iniziato in ritardo l’attività di classificazione perché hanno ricevuto le concessioni in ritardo. È stata una mia iniziativa quella di cercare di intervenire anche nei confronti di questi soggetti che in qualche maniera vengono penalizzati perché hanno iniziato in ritardo l’iter e ora si trovano a completare l’attività quando le cozze sono ormai abbondantemente mature. Quindi si perde il prodotto».
di Giacomo Rizzo
FONTE GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv