Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

venerdì 23 dicembre 2011

CRONACA : MORTO IN UN INCIDENTE 19ENNE


Morire a 19 anni sulla strada è un evento inaccettabile per chiunque. Ma perdere la vita in questo modo a pochi giorni dalle festività natalizie è un dolore ancora più straziante. Perchè non ci sarà festa per tutti coloro che volevano bene o conoscevano chi è volato via improvvisamente.
Così sarà purtroppo per parenti ed amici di Cosimo Spineto deceduto ieri pomeriggio mentre guidava una Lancia Y sulla Taranto-Massafra. Parenti ed amici, oltre a dover vivere questo grande dolore, sono in ansia per le condizioni di salute della sorella 24enne rimasta gravemente ferita nello stesso sinistro.
Una manovra azzardata potrebbe essere tra le cause dell’incidente mortale verificatosi intorno alle 17.45 sulla statale 7 “Appia” davanti alla portineria A dell’Ilva.
Il 19enne tarantino era alla guida della Lancia, in compagnia della sorella Anna Maria di 24 anni, seduta dietro di lui, e della ragazza Lucia S. di 19 anni che viaggiava davanti. L’auto, per cause in corso di verifica da parte degli agenti della Polizia Stradale diretti dal comandante Gianfranco Martorano, è stata travolta da una Audi A4 con a bordo due albanesi residenti a Massafra, si tratta di padre e figlio rispettivamente di 69 anni e 37 anni. Questi ultimi avrebbero riportato lesioni non gravi.
Non così invece per la 24enne sorella di Cosimo. La giovane è stata ricoverata in gravissime condizioni al “Ss. Annunziata”, tanto che poche ore dopo il ricovero è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico. Alla ragazza del 19enne, trasportata sempre nell’ospedale di via Bruno, non sarebbero stati riscontrati gravi traumi.
Terribile la scena presentatasi sotto gli occhi dei soccorritori giunti pochi minuti dopo le segnalazioni di numerosi automobilisti di passaggio che hanno assistito al terribile incidente. Sul posto sono quindi piombate alcune ambulanze del 118, pattuglie della Polizia Stradale e dei Carabinieri e mezzi dei Vigili del fuoco. A questi ultimi è toccato il compito di liberare dalle lamiere contorte i tre rimasti incastrati sulla Lancia, nonchè di mettere in sicurezza i mezzi distrutti. Quindi l’intervento dei medici del 118. Per il 19enne non ci sarebbe stato nulla da fare se non constatarne il decesso. Mentre è subito apparsa in condizioni quasi disperate la sorella.
A causa del drammatico scontro, sebbene i due mezzi, siano finiti fuori strada, il traffico ha subìto forti rallentamenti per diverse ore. Sul posto sono quindi dovuti intervenire anche tecnici ed operai dell’Anas che hanno imposto la circolazione a senso unico alternato sino a quando la sede stradale non è stata liberata dai vari pezzi di carrozzeria e dai vetri infranti sparsi sull’asfalto e che costituivano un pericolo.
Gli agenti della PolStrada subito dopo i rilievi hanno posto sotto sequestro i due mezzi in modo da poterli sottoporre ad ulteriori verifiche utili a ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente. Al vaglio, al momento, una serie di ipotesi tra le quali una manovra azzardata.

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv