Sostieni anche tu la WEBTV di Taranto. Lavoriamo insieme per la nuova divulgazione...... TARAStv e' parte della Taranto che cambia...... Chiedi informazioni su come farne parte al 3381488022 oppure scrivi a: tarasproduzioni@libero.it TARAStv... chi la fa sei Tu !!

mercoledì 26 ottobre 2016

GUARDARSI NEGLI OCCHI PER RESTARE UMANI. IL FLASHMOB A TARANTO IN CONTEMPORANEA CON BERLINO

World’s Biggest Eye Contact Experiment a Berlino e a TarantoGuardarsi negli occhi per restare umani: il flash mob in Piazza Maria Immacolata in contemporanea con Berlinonell’ambito del 57° Villaggio delle Differenze.
Il format de Il Villaggio delle Differenze, inaugurato in Piazza della Vittoria il 16 maggio 2015, in occasione della Giornata Internazionale contro l’Omofobia, da più di un anno viene riproposto, con il patrocinio morale di Ufficio Provinciale della Consigliera di Parità e Comune di Taranto, ogni sabato presso l’isola pedonale tra Via Di Palma e Via D’Aquino ed il banchetto informativo di Arcigay in Piazza Maria Immacolata con preservativi ed opuscoli è divenuto un punto di riferimento per moltissimi giovani e meno giovani, una opportunità di confronto e crescita, condividendo le diversità di cui ciascuno di noi è portatore sano, una importante occasione per informare la cittadinanza in merito ai percorsi di educazione all’affettività promossi dalla Onlus nelle scuole dell’intera provincia da diversi anni.
Sabato 29 ottobre Il Villaggio delle Differenze torna, con il cinquantasettesimo appuntamento, in Piazza Giordano Bruno (più nota come Piazza Maria Immacolata) a Taranto e aderisce alla seconda edizione del World’s Biggest Eye Contact Experiment. L’iniziativa è organizzata da Hermes Academy Onlus e da Arcigay Taranto, in seno alle attività del Centro di Ascolto LGBTQI di Taranto e Provincia, nell’ambito delle settime edizioni dell’Hermes On Streets Autumn’s Festival e di (At)tratti d’Arte e della campagna socio-sanitaria di azione e prevenzione a malattie a trasmissione sessuale e fenomeni di omo-bi-transfobia, xenofobia, violenza di genere e cyber bullismo (patrocinate moralmente da Comune di Taranto, Comune di Grottaglie, Ufficio Provinciale della Consigliera di Parità).
Dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e dalle ore 17.00 alle ore 21.30, l’isola pedonale si tinge dei colori dell’arcobaleno e diviene scenario di diversi momenti di aggregazione intergenerazionale a cura del Gruppo Giovani di Arcigay Taranto (guidato da Alberto Parisi e Sharon Cusimano), del Gruppo Over (guidato da Emanuele Pignatelli) e degli artisti della Hermes Academy che faciliteranno attività creative e formative, al fine di raccontare ad ascoltare il sé e l’altro da sé e condividere occasioni di confronto in una maniera sana e divertente con amici di ogni età.
Alle ore 17.30 parte il flash mob in contemporanea con Brandenburger Tor (la porta di Brandeburgo) a Berlino e sarà possibile prendervi parte sino alle ore 22.00. Da un mondo costantemente connesso ma non in connessione, nasce la necessità di riscoprire la propria umanità e la capacità di essere empatici con i propri simili. Social network e internet hanno in qualche modo condizionato la vita dell’uomo. Oggi per sentirsi uniti e vicini basta veramente poco. Bastano una foto su Whatsapp e un paio di post su Twitter. Purtroppo, però, si sta smarrendo la necessità dell’incontro. Diminuisce sempre più la voglia di dialogare passeggiando nel parco vicino casa. Si è già ridotta notevolmente la capacità di guardare l’altro negli occhi. Da quest’ultima affermazione nasce il flash mob The World’s Biggest Eye Contact Experiment 2016. Basta creare un angolo con cuscini, sedie, teli, coperte, piumoni, qualsiasi cosa che riesca a rendere ospitale il proprio angolo. Vicino sarebbe opportuno segnalare con un cartello lo scopo dell’iniziativa. In via definitiva, però, qual è lo scopo? Far ritrovare ai partecipanti, attraverso uno sguardo sconosciuto, la propria umanità. Gli occhi non mentono, non celano. Gli occhi non hanno pregiudizi e neanche questa meravigliosa iniziativa. Chiedete all’amore della vostra vita di guardarvi negli occhi, non di inviare l’amicizia su Facebook! Guardarsi negli occhi per restare umani: istruzioni per l’uso Come ritrovare quel senso di empatia, quella connessione profonda tra gli esseri umani, segno di una condivisione intima di emozioni e di pensieri, di desideri e di sogni, in un mondo sempre più frenetico e sempre più distaccato in cui la tecnologia ha preso il sopravvento e i rapporti umani si sono quasi congelati? Berlino e Taranto ospitano un evento per ristabilire quel legame tra le persone che da tempo sembra svanito nel vortice forsennato della globalizzazione e della tecnologia. Si tratta di una proposta molto particolare, chiamata World’s Biggest Eye Contact Experiment, il più grande esperimento di contatto visivo al mondo. La proposta berlinese, accolta a Taranto da Hermes Academy ed Arcigay, arriva dal gruppo di volontari Theauthentics ed è prevista per sabato 29 ottobre (nel capoluogo ionico nell’ambito della nuova tappa de “Il Villaggio delle Differenze”, promosso dalle associazioni presiedute da Pignatelli). Lo scorso anno, la prima edizione ha coinvolto più di 100.000 persone, provenienti da 156 città e diverse nazioni. Tra i numerosi Paesi che hanno partecipato il 15 ottobre 2015 c’era anche l’Italia, ad esempio con le città di Roma e Bologna. L’idea nasce dall’australiano Peter Sharp, il fondatore dell’associazione Liberators International, che si prefigge di proporre diverse iniziative orientate al tema della libertà. Questa volta l’intento è leggermente diverso. Invece di formare un grande gruppo organizzato, si cercherà anche di coinvolgere il pubblico non informato, quindi di stabilire un contatto visivo con i passanti, ad esempio, che non sono a conoscenza dell’iniziativa. Come funziona – È necessario disporre di un cartello che segnali lo scopo dell’iniziativa. Createvi un vostro spazio con cuscini, sedie, teli e invitate le persone intorno a voi a condividere un momento di contatto con gli occhi. Lasciatevi guardare tranquillamente e guardate a vostra volta negli occhi della persona che avete di fronte. Quando si crea un ambiente sicuro di accettazione ed empatia, l’altro si sentirà collegato. Se volete, potete ufficialmente registrarvi e contribuire all’iniziativa, per sostenere questa “rivoluzione” pacifica che promuove la pace e la connessione umana. Qual è il significato – Avete mai provato a guardare negli occhi una persona per più di qualche secondo? Magari senza scoppiare a ridere? L’occhio è lo specchio dell’anima, come tutti sanno. Riuscire a creare un contatto con una persona a noi estranea può essere motivo di grande accrescimento interiore. Si impara a conoscere l’altro ma anche se stessi. È un processo simile alla meditazione, in un certo modo. Bisogna essere pazienti, è vero, bisogna imparare ad ascoltarsi e a rilassare la mente. È un esercizio per chi va sempre di fretta e non si ferma un secondo, ma anche per chi ha semplicemente voglia di “sperimentarsi” e sperimentare. Ironia vuole che siano proprio i social network il canale principale di diffusione di un evento che si prefigge di ristabilire un principio di connessione tra gli individui, che proprio i social network, secondo gli organizzatori, stanno pian piano distruggendo. Probabilmente il World’s Biggest Eye Contact Experiment è comunque un buon punto di partenza per far nascere in noi una riflessione più profonda e personale riguardo al nostro modo di rapportarci con gli altri, con gli estranei e con lo “straniero”, soprattutto in una situazione odierna dove gli equilibri sono precari ed il razzismo e la violenza sono sempre in agguato. Particolarmente coinvolto nell’appuntamento tarantino del 29 è il Gruppo Arcigay Giovani di Taranto, che faciliterà l’esperimento sull’isola pedonale, per osservare, ascoltare, raccontarsi, confrontarsi nel modo più sereno e arricchente possibile. Per visionare il calendario completo delle iniziative proposte dall’Associazione Culturale Hermes Academy Onlus nella provincia di Taranto ed oltre, consultare il sito www.hermesacademy.blogspot.it o contattare il +39 388 874 6670.

LE PIU' CLICCATE DELLA SETTIMANA

CERCA NEL SITO

SEMPRE AGGIORNATO CON TARAStv